close
share

Mercato azionario italiano

Intervista a Marco Nascimbene, gestore del fondo Fondersel PMI, sulle prospettive del mercato azionario italiano.

Durante il mese di agosto la politica italiana ci ha regalato numerosi colpi di scena, passando da un’improvvisa crisi di governo e dal rischio di elezioni anticipate ad ottobre, con conseguente difficoltà di approvare una nuova legge finanziaria, alla formazione di un nuovo esecutivo giallorosso, 5 stelle più pd, più moderato a livello di politica fiscale.

Dopo la formazione di questo nuovo esecutivo, si è avuto un veloce restringimento dello spread fra btp e bund, e un conseguente recupero dei settori finanziari e delle banche in particolare, con il mercato italiano che è tornato sui massimi dell’anno, raggiungendo gli altri mercati europei e gli Stati Uniti, che anch’essi si trovano vicino ai massimi di periodo. Quindi la situazione politica italiana è più tranquilla, e non è più un problema specifico almeno in questo momento. Tuttavia permangono, dal lato dei rischi, tutti i problemi legati al rallentamento della crescita economica a livello globale, ed a livello europeo in particolare come è stato evidenziato in questi giorni da Draghi nell’audizione al parlamento europeo.

Pertanto, noi restiamo abbastanza prudenti sia sui settori ciclici, sull’auto in particolare, e anche sul settore bancario che, dopo il forte recupero che ha avuto dei minimi, è vulnerabile per una correzione di breve periodo. Con riferimento agli altri settori, sulle utility noi continuiamo a preferire i titoli legati alla generazione, mentre siamo un po’ più prudenti sulle utility regolate, che a livello di valutazione offrono un upside minore. Sui titoli petroliferi, infine, anche in questo caso siamo prudenti sui titoli legati ai servizi petroliferi che, nonostante le tensioni che si hanno in questo momento in Medio Oriente, tuttavia sono penalizzati da un prezzo del petrolio che resta vicino ai minimi dell’anno.

Il presente video è indirizzato ad un pubblico indistinto e viene fornito a titolo meramente informativo. Esso non costituisce attività di consulenza in materia di investimento, né raccomandazione, né ricerca in materia di investimenti da parte delle società del Gruppo Ersel, né, tantomeno, offerta, invito ad offrire, sollecitazione o messaggio promozionale finalizzato all'acquisto, alla vendita o alla sottoscrizione di strumenti/prodotti finanziari di qualsiasi genere. Esse non sono intese a raccomandare o a proporre, in maniera esplicita o implicita, una strategia di investimento in merito ad uno o più strumenti finanziari o agli emittenti di tali strumenti finanziari. Tutte le informazioni riportate sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa. Tutte le informazioni fornite sono suscettibili di modifica o aggiornamento senza preavviso. Prima dell'adesione/sottoscrizione dei fondi comuni di investimento, leggere il prospetto disponibile sul sito www.ersel.it, alla sezione Prodotti. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.

Mercati

Mercato azionario italiano

Intervista a Marco Nascimbene, gestore del fondo Fondersel PMI, sulle prospettive del mercato azionario italiano.

Durante il mese di agosto la politica italiana ci ha regalato numerosi colpi di scena, passando da un’improvvisa crisi di governo e dal rischio di elezioni anticipate ad ottobre, con conseguente difficoltà di approvare una nuova legge finanziaria, alla formazione di un nuovo esecutivo giallorosso, 5 stelle più pd, più moderato a livello di politica fiscale.

Dopo la formazione di questo nuovo esecutivo, si è avuto un veloce restringimento dello spread fra btp e bund, e un conseguente recupero dei settori finanziari e delle banche in particolare, con il mercato italiano che è tornato sui massimi dell’anno, raggiungendo gli altri mercati europei e gli Stati Uniti, che anch’essi si trovano vicino ai massimi di periodo. Quindi la situazione politica italiana è più tranquilla, e non è più un problema specifico almeno in questo momento. Tuttavia permangono, dal lato dei rischi, tutti i problemi legati al rallentamento della crescita economica a livello globale, ed a livello europeo in particolare come è stato evidenziato in questi giorni da Draghi nell’audizione al parlamento europeo.

Pertanto, noi restiamo abbastanza prudenti sia sui settori ciclici, sull’auto in particolare, e anche sul settore bancario che, dopo il forte recupero che ha avuto dei minimi, è vulnerabile per una correzione di breve periodo. Con riferimento agli altri settori, sulle utility noi continuiamo a preferire i titoli legati alla generazione, mentre siamo un po’ più prudenti sulle utility regolate, che a livello di valutazione offrono un upside minore. Sui titoli petroliferi, infine, anche in questo caso siamo prudenti sui titoli legati ai servizi petroliferi che, nonostante le tensioni che si hanno in questo momento in Medio Oriente, tuttavia sono penalizzati da un prezzo del petrolio che resta vicino ai minimi dell’anno.

Il presente video è indirizzato ad un pubblico indistinto e viene fornito a titolo meramente informativo. Esso non costituisce attività di consulenza in materia di investimento, né raccomandazione, né ricerca in materia di investimenti da parte delle società del Gruppo Ersel, né, tantomeno, offerta, invito ad offrire, sollecitazione o messaggio promozionale finalizzato all'acquisto, alla vendita o alla sottoscrizione di strumenti/prodotti finanziari di qualsiasi genere. Esse non sono intese a raccomandare o a proporre, in maniera esplicita o implicita, una strategia di investimento in merito ad uno o più strumenti finanziari o agli emittenti di tali strumenti finanziari. Tutte le informazioni riportate sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa. Tutte le informazioni fornite sono suscettibili di modifica o aggiornamento senza preavviso. Prima dell'adesione/sottoscrizione dei fondi comuni di investimento, leggere il prospetto disponibile sul sito www.ersel.it, alla sezione Prodotti. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.

Autore
Marco Nascimbene
Team Investimenti Equity Italia