close
share
In Italia Ersel rappresenta l’unica società di gestione di patrimoni a compagine totalmente privata e indipendente, con un azionista che ha anche ruolo di manager, situazione più diffusa in Svizzera o nel mondo anglosassone. La presenza “sul campo” della famiglia Giubergia è un elemento di continuità che testimonia la fiducia nelle potenzialità presenti e future del gruppo.

A partire dalla nascita dell’attività la storia di Ersel coincide con la storia della famiglia Giubergia: da Giuseppe Giubergia, che ha fondato lo Studio nel 1936, al figlio Renzo, che nel dopoguerra insieme al cognato Bruno Argentero ha seguito le orme del padre, a Guido Giubergia, attuale Presidente e Amministratore Delegato del gruppo.
Ersel

 

 

1936

Una storia iniziata nel 1936

Lo Studio Giubergia è stato costituito da Giuseppe Giubergia, che ha rotto la tradizione familiare legata alla gioielleria per intraprendere la strada della finanza. In una piazza piccola ma non irrilevante come quella torinese, in un periodo in cui la nuova legge bancaria aveva ridisegnato ruoli e funzioni del sistema creditizio nazionale e i presagi di guerra non aiutavano a guardare con ottimismo al futuro, le famiglie e le imprese avevano bisogno di professionisti capaci di indirizzare gli investimenti in un’ottica di conservazione.

Dopo la guerra Renzo, figlio di Giuseppe, laureato in ingegneria, diviene a sua volta agente di cambio ed entra nello studio, dove da subito e per sempre è stato “l’Ingegnere”, affiancato dal cognato Bruno Argentero, oggi Vice Presidente del Gruppo.

Nel 1965 con la fusione con lo Studio Treves, agente di cambio allora fra i più conosciuti, che cercava qualcuno cui affidare la sua prestigiosa e affezionata clientela al momento del ritiro, si consolida il rapporto con una fetta di clientela ancora oggi di riferimento.

1976

Nasce il primo nucleo di Ersel

Nel 1976, quando Guido Giubergia al termine degli studi in economia, dopo un periodo di specializzazione negli Stati Uniti inizia a lavorare nello studio, nasce il primo nucleo di Ersel. L’impresa si amplia in termini organizzativi e viene aperto lo studio a Milano.

1983

Una creascita guidata dalla visione prospettica

La peculiarità di Ersel era quella di aver scelto come core business la gestione di patrimoni e proprio questa attenzione speciale alla clientela privata le ha consentito di muoversi da pioniere nel filone dei nascenti fondi di investimento. L’intuizione di scommettere in quel campo ha segnato la vera svolta nel volume di affari e il passaggio da un’attività per così dire “artigianale” a una realtà aziendale vera e propria.

Sogersel, ora Ersel Asset Management SGR, creata per gestire Fondersel, è stata la prima società di fondi comuni italiana registrata presso Banca d’Italia nel 1983. Il settore dei fondi di investimento è diventato parte fondamentale del lavoro, con uno sviluppo significativo e costante.

1984

Nasce Fondersel

Nel 1984 nasce il fondo comune di investimento mobiliare Fondersel cui fanno seguito negli anni numerosi altri fondi comuni con differenti specializzazioni.

1992

Nasce Giubergia Warburg Sim

Da un accordo con la prestigiosa banca londinese Warburg Securities nasce nel 1992 Giubergia Warburg, joint venture dedicata all’attività di intermediazione, soprattutto per conto di banche e grandi finanziarie estere. Ersel perfeziona la sua esperienza di intermediazione su una scala molto più ampia e moderna, acquisisce nuova clientela in tutto il mondo, può sviluppare la sua conoscenza dei mercati e migliorare ulteriormente la qualità del servizio offerto.

2000

Hedge Fund

Ersel Hedge (ora Ersel Asset Management) è tra le prime società italiane autorizzate alla gestione e al collocamento di fondi hedge. Nel 2003 nasce Hedgersel, primo fondo italiano diretto.

2001

Scudo fiscale

Nelle tre diverse edizioni dello Scudo Fiscale Ersel svolge un ruolo da protagonista, curando più di mille operazioni di rimpatrio per un importo di oltre 1,3 miliardi di euro. La consuetudine alle esigenze di imprenditori e famiglie detentrici di grandi patrimoni e l’estrema attenzione alla riservatezza premiano questa storica boutique a scapito di marchi più conosciuti.

2003

Una nuova sede

Nel 2003 Ersel si trasferisce nell’imponente palazzo Ceriana di Piazza Solferino 11.

2004

Acquisizione di Online SIM

Viene acquisita Online SIM, la piattaforma italiana online del risparmio gestito che oggi ha più di 4000 fondi comuni di investimento di oltre 130 case di gestione tra le migliori selezionate al mondo.

2011

Una nuova sede a Londra

Nel 2011 inaugura una nuova branch operativa a Londra, principalmente per consolidare il network professionale con le più prestigiose case di investimento e dove dal 2016 Ersel esercita l’attività di gestione e consulenza su patrimoni dei clienti.

2014

Rinnovamento della gamma

Ersel lancia diversi prodotti multiasset, caratterizzati da un’ampia diversificazione in termini di strategie, bassa volatilità e assoluta liquidabilità degli investimenti.

2015

Voluntary disclosure

Ersel ha supportato i clienti come gestore per le attività rimpatriate e come sostituto di imposta attraverso la fiduciaria Fidersel per gli asset rimasti all’estero e per gli immobili esteri tramite mandato fiduciario con rappresentanza.

2015

Acquisizione di Simon Fiduciaria e Nomen Fiduciaria

Nel 2015 vengono acquisite Simon Fiduciaria e Nomen Fiduciaria; nasce il polo fiduciario di Ersel, per l’amministrazione di capitali articolati e complessi.

2018

Nomen incorpora Fidersel

La società Fidersel Fiduciaria viene incorporata in Nomen Fiduciaria.

2018

Banca Albertini

Nel 2018 la storica banca milanese fondata da Isidoro Albertini fa il suo ingresso nel Gruppo Ersel. Giubergia e Albertini, nomi che hanno segnato la storia di Piazza Affari, uniscono le proprie forze in un’operazione che risponde a logiche di sinergie e affinità. La combinazione con Banca Albertini accresce la posizione di Ersel quale primario gruppo indipendente nel private banking in Italia, in grado di offrire una gamma di servizi e prodotti completa e altamente specializzata.