close
share

Il mercato azionario italiano

Intervista a Carlo De Vanna, gestore del fondo Fondersel PMI, sulle prospettive del mercato azionario italiano.

Si sta entrando, in questi giorni, nel periodo più caldo delle trimestrali delle società italiane. Nei prossimi giorni ci sarà, infatti, il reporting del settore bancario, che è quello che pesa di più, e non solo in senso lato, a Piazza Affari. Si è anche entrati, bene non dimenticarlo, nel periodo più estivo della stagione. Questo cosa comporta? Volumi più bassi, chiaramente. Diventa quindi estremamente importante capire non solo il valore dei numeri che le società riportano, ma anche quanto gli investitori siano al lavoro per reagire a questi dati.

La loro sensazione è che il posizionamento generale sia abbastanza prudente. Sui mercati, infatti, ci sono due grosse incognite. Una è la manovra finanziaria, il DEF, che verrà annunciato solo tra fine settembre, ottobre. Questo sarà un periodo molto delicato, perché il governo dovrà dimostrare di essere in grado sia di mantenere qualche promessa fatta agli elettori, ma anche di non spaventare troppo gli altri stati europei sulle supposte intenzioni di sforare i limiti di budget. La seconda è più macro, legata alla politica dei dazi introdotta da Trump qualche trimestre fa. Spesso, ad annunci molto roboanti sono seguite iniziative più modeste. L’impressione è che anche gli ultimi annunci in questo senso seguano la medesima strada, cioè ad una soluzione di compromesso.

L’approccio da adottare deve quindi essere da un lato prudente (ci sono riscompromessochi potenziali), dall’altro sereno (i rischi sono sul tavolo, tutti li conoscono, e non è interesse di nessuno a creare panico che porterebbe a vendite indiscriminate). La stagione delle trimestrali potrebbe comunque riservare qualche interessante spunto per la seconda parte dell’anno.

Il presente video è indirizzato ad un pubblico indistinto e viene fornito a titolo meramente informativo. Esso non costituisce attività di consulenza in materia di investimento, né raccomandazione, né ricerca in materia di investimenti da parte delle società del Gruppo Ersel, né, tantomeno, offerta, invito ad offrire, sollecitazione o messaggio promozionale finalizzato all'acquisto, alla vendita o alla sottoscrizione di strumenti/prodotti finanziari di qualsiasi genere. Esse non sono intese a raccomandare o a proporre, in maniera esplicita o implicita, una strategia di investimento in merito ad uno o più strumenti finanziari o agli emittenti di tali strumenti finanziari. Tutte le informazioni riportate sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa. Tutte le informazioni fornite sono suscettibili di modifica o aggiornamento senza preavviso. Prima dell'adesione/sottoscrizione dei fondi comuni di investimento, leggere il prospetto disponibile sul sito www.ersel.it, alla sezione Prodotti. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.

Mercati

Il mercato azionario italiano

Intervista a Carlo De Vanna, gestore del fondo Fondersel PMI, sulle prospettive del mercato azionario italiano.

Si sta entrando, in questi giorni, nel periodo più caldo delle trimestrali delle società italiane. Nei prossimi giorni ci sarà, infatti, il reporting del settore bancario, che è quello che pesa di più, e non solo in senso lato, a Piazza Affari. Si è anche entrati, bene non dimenticarlo, nel periodo più estivo della stagione. Questo cosa comporta? Volumi più bassi, chiaramente. Diventa quindi estremamente importante capire non solo il valore dei numeri che le società riportano, ma anche quanto gli investitori siano al lavoro per reagire a questi dati.

La loro sensazione è che il posizionamento generale sia abbastanza prudente. Sui mercati, infatti, ci sono due grosse incognite. Una è la manovra finanziaria, il DEF, che verrà annunciato solo tra fine settembre, ottobre. Questo sarà un periodo molto delicato, perché il governo dovrà dimostrare di essere in grado sia di mantenere qualche promessa fatta agli elettori, ma anche di non spaventare troppo gli altri stati europei sulle supposte intenzioni di sforare i limiti di budget. La seconda è più macro, legata alla politica dei dazi introdotta da Trump qualche trimestre fa. Spesso, ad annunci molto roboanti sono seguite iniziative più modeste. L’impressione è che anche gli ultimi annunci in questo senso seguano la medesima strada, cioè ad una soluzione di compromesso.

L’approccio da adottare deve quindi essere da un lato prudente (ci sono riscompromessochi potenziali), dall’altro sereno (i rischi sono sul tavolo, tutti li conoscono, e non è interesse di nessuno a creare panico che porterebbe a vendite indiscriminate). La stagione delle trimestrali potrebbe comunque riservare qualche interessante spunto per la seconda parte dell’anno.

Il presente video è indirizzato ad un pubblico indistinto e viene fornito a titolo meramente informativo. Esso non costituisce attività di consulenza in materia di investimento, né raccomandazione, né ricerca in materia di investimenti da parte delle società del Gruppo Ersel, né, tantomeno, offerta, invito ad offrire, sollecitazione o messaggio promozionale finalizzato all'acquisto, alla vendita o alla sottoscrizione di strumenti/prodotti finanziari di qualsiasi genere. Esse non sono intese a raccomandare o a proporre, in maniera esplicita o implicita, una strategia di investimento in merito ad uno o più strumenti finanziari o agli emittenti di tali strumenti finanziari. Tutte le informazioni riportate sono date in buona fede sulla base dei dati disponibili, ma sono suscettibili di variazioni anche senza preavviso in qualsiasi momento dopo la pubblicazione. La decisione di effettuare qualunque operazione finanziaria è a rischio esclusivo dei destinatari della presente informativa. Tutte le informazioni fornite sono suscettibili di modifica o aggiornamento senza preavviso. Prima dell'adesione/sottoscrizione dei fondi comuni di investimento, leggere il prospetto disponibile sul sito www.ersel.it, alla sezione Prodotti. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.

Autore
Carlo De Vanna
Gestore del fondo Fondersel PMI