close
share

Obiettivo di investimento

L’obiettivo d’investimento primario del Fondo è aumentare il proprio capitale, investendo principalmente (oltre il 50% del patrimonio netto) in obbligazioni o altri valori mobiliari della stessa natura, tanto high yield quanto investment grade, emessi o correlati ad amministrazioni statali, enti locali, autorità internazionali, istituzioni finanziarie o società, di emittenti che provengono sia da paesi sviluppati che da paesi emergenti.

Andamento

Fondo Leadersel Flexible Bond Classe A
Benchmark In relazione alle finalità del fondo non è possibile individuare un benchmark rappresentativo della politica di investimento.

Commento mensile del gestore

L’inizio d’anno è stato caratterizzato ancora da un buon andamento degli asset di rischio; l’S&P500 ha fatto segnare nuovi massimi assoluti, principalmente grazie al venir meno delle incertezze legate alla guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina.

Informazioni principali

Nome fondo Leadersel Flexible Bond Classe A
Benchmark In relazione alle finalità del fondo non è possibile individuare un benchmark rappresentativo della politica di investimento.
Categoria Assogestioni Obbligazionario flessibile
Forma giuridica Fondo comune di investimento di diritto lussemburghese a comparti multipli.
Valuta Euro

Obiettivo di investimento

L’obiettivo d’investimento primario del Fondo è aumentare il proprio capitale, investendo principalmente (oltre il 50% del patrimonio netto) in obbligazioni o altri valori mobiliari della stessa natura, tanto high yield quanto investment grade, emessi o correlati ad amministrazioni statali, enti locali, autorità internazionali, istituzioni finanziarie o società, di emittenti che provengono sia da paesi sviluppati che da paesi emergenti.

Politica di investimento

Il Fondo ha un obiettivo di ritorno assoluto, con volatilità moderata ed un orizzonte temporale di riferimento di 2-3 anni. Per raggiungere questo obiettivo, il Fondo adotta uno stile d’investimento di tipo discrezionale, in cui il controllo dei fattori di rischio è parte integrante e pervasivo del processo d’investimento. Il Fondo accoglierà, senza vincoli di benchmark, gli investimenti obbligazionari ritenuti maggiormente attraenti in termini di profilo rischio/rendimento alla luce del contesto di mercato prevalente. Il Fondo può investire in obbligazioni di qualsiasi tipo e in altri titoli di debito analoghi, in exchange-traded fund (ETF), in organismi di investimento collettivo in valori mobiliari (OICVM) e in altri organismi d’investimento collettivo (OIC). Può investire in strumenti denominati in valute diverse dall’euro e può detenere liquidità, in misura inferiore al 50% del proprio valore patrimoniale netto (NAV). Il Fondo si avvarrà di strumenti derivati sia quotati sia fuori borsa (OTC) per assumere posizioni lunghe e corte volte a cogliere opportunisticamente le inefficienze di volta in volta individuate nei diversi segmenti del mercato obbligazionario.

Informazioni legali

Banca depositaria Caceis Bank Luxembourg SA
Società di revisione Ernst & Young S.A.
Come si può sottoscrivere

I fondi comuni di investimento gestiti da Ersel Asset Management Sgr S.p.A. sono distribuiti in Italia da Ersel Sim S.p.A. e da Online Sim S.p.A. La sottoscrizione di quote del Fondo presso Ersel Sim S.p.A. può avvenire mediante l'apertura di un rapporto di gestione e/o di amministrazione.

Frequenza calcolo nav Giornaliera
Pubblicazione quote Il Sole 24ORE

Fund ticker

Codice ISIN LU2065928777
Codice Bloomberg LEADFBA LX

Commissioni e versamenti

Commissioni di sottoscrizione 0
Commissioni di rimborso 0
Commissioni di gestione 0.5% su base annua
Commissioni di incentivo Massimo 10% calcolato in base all’“High Water Mark” (il valore patrimoniale netto per quota più elevato registrato a fine trimestre) e superiore alla performance annuale dell’EURIBOR a 12 mesi + 2% (“Hurdle Rate”), da corrispondersi annualmente.
Versamenti minimi iniziali 2.000.000 euro
Versamenti minimi successivi 0

Performance

Periodo Valore quota Fondo Benchmark
- - - -
* Rendimento medio annuo composto
NOTA: Prima dell'adesione leggere il prospetto informativo. Non c'è garanzia di ottenere in seguito il medesimo rendimento.

Andamento

L’inizio d’anno è stato caratterizzato ancora da un buon andamento degli asset di rischio; l’S&P500 ha fatto segnare nuovi massimi assoluti, principalmente grazie al venir meno delle incertezze legate alla guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina.

Commento mensile del gestore

In questo contesto però, con mercati che iniziavano a manifestare i primi segni di esuberanza, sul finire del mese è arrivata una correzione dovuta alle notizie sull’evoluzione dell’epidemia di Coronavirus che ha iniziato a diffondersi anche oltre i confini cinesi. Il paragone più facile che ha causato una reazione brusca da parte dei mercati è con la SARS del 2003, che fece rallentare il PIL cinese da una crescita del 10% a una del 3.5% su base trimestrale. Era una situazione molto diversa in realtà, gli Stati Uniti si preparavano a invadere l’Iraq e il petrolio aveva reagito con un aumento importante. A fronte di questi sviluppi, i tassi – indirizzati debolmente in salita per l’impulso positivo dell’accordo con la Cina – hanno risposto con una discesa, sia negli USA, dove il decennale si è riportato nuovamente a ridosso dell’1.60% di rendimento, sia in Germania, dove il bund decennale è tornato a scambiare vicino allo 0.40% di rendimento. In questo contesto, nonostante l’avversione al rischio, gli spread di credito investment grade hanno stretto di 7bp, nonostante un mercato primario tornato nuovamente abbondante. I driver principali sono sicuramente la ricerca di un rendimento ritenuto “affidabile” e gli acquisti di titoli diretti da parte della BCE. Gli spread sui titoli più rischiosi (high yield), invece, hanno allargato di 20bp (essendo più esposti al ciclo economico), con lo spread BB/BBB tornato nuovamente interessante. In ambito valutario il dollaro è tornato ad apprezzarsi contro l'euro, così come le divise rifugio che hanno beneficiato della fase di avversione al rischio innescata dalla diffusione del Coronavirus. Per lo stesso motivo le divise emergenti hanno particolarmente sofferto, con svalutazioni in media del 2%.

Sul fondo, abbiamo dapprima ridotto l’esposizione al tasso, accompagnando il buon andamento dei primi giorni del nuovo anno sugli asset più rischiosi, come la componente high yield e gli emergenti, per poi rimettere un po’ di duration al presentarsi dell’emergenza epidemia in Cina. A livello valutario restiamo investiti per circa 1 punto su valute emergenti e 1 punto sul dollaro australiano.
 

Documenti d'offerta

Documento Aggiornato al Scarica
KIID-LEADERSEL-FLEXIBLE-BOND-CLASSE-A.pdf 18/02/2020 PDF get_app
Management rules 05/02/2019 PDF get_app
Prospectus 22/01/2020 PDF get_app

Relazioni semestrali

Documento Aggiornato al Scarica
Semi annual report 03/09/2019 PDF get_app

Rendiconti annuali

Documento Aggiornato al Scarica
Annual report 02/05/2019 PDF get_app
Gestore
Carlo Bodo
Responsabile Investimenti Obbligazionari
Amedeo Ferrauto
Team investimenti obbligazionari
Marco Castelnuovo
Team investimenti obbligazionari
Livello di rischio
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Video correlati

Obbligazioni e mercati valutari

Carlo Bodo - 31-gen-2020

Gamma prodotti

Carlo Bodo - 19-dic-2019

Obbligazioni e mercati valutari

Carlo Bodo - 18-dic-2019

Articoli correlati