close
share

Obiettivi di investimento

Il Fondo è gestito attivamente e si prefigge di realizzare la crescita del capitale e di generare reddito. Il Fondo non fa riferimento a un Benchmark. L’obiettivo d’investimento di questo Fondo è il conseguimento del massimo incremento del capitale nel rispetto di un livello di rischio ragionevole.

Andamento

Fondo Leadersel Innotech ESG Classe IH
Benchmark 10% ICE BofA Euro Treasury Bill Index; 90% MSCI World net TR Index

Commento mensile del gestore

Non ci sorprende più di tanto il movimento del mercato degli ultimi mesi, considerando che stiamo entrando nella stretta monetaria più aggressiva degli ultimi 40 anni, attraverso un repentino aumento dei tassi e un bilancio della Fed in contrazione di quasi 100 miliardi di dollari al mese, dopo che l’intero sistema finanziario era diventato dipendente da un bassissimo costo del capitale e quindi da spread sul credito e multipli sull’equity agli estremi.

Informazioni principali

Nome fondo Leadersel Innotech ESG Classe IH
Benchmark 10% ICE BofA Euro Treasury Bill Index; 90% MSCI World net TR Index
Categoria Assogestioni Azionario Internazionale
Forma giuridica Fondo comune di investimento di diritto lussemburghese a comparti multipli.
Valuta Euro

Obiettivi di investimento

Il Fondo è gestito attivamente e si prefigge di realizzare la crescita del capitale e di generare reddito. Il Fondo non fa riferimento a un Benchmark. L’obiettivo d’investimento di questo Fondo è il conseguimento del massimo incremento del capitale nel rispetto di un livello di rischio ragionevole.

Politica di investimento

Nel perseguire questo obiettivo, il Gestore del Fondo utilizza l'analisi fondamentale e le conoscenze scientifiche e industriali, apportate dall'innovazione tecnologica, per selezionare investimenti lunghi e corti principalmente nel capitale, laddove per innovazione tecnologica si intendono quei processi che generano nuovi prodotti e servizi i quali avranno verosimilmente effetti dirompenti su un settore o che cambieranno le abitudini e i comportamenti delle persone. Gli investimenti nel capitale sono effettuati attraverso titoli e derivati ETD od OTC (“equity swap”). Il Fondo integra i criteri ESG (ambientali, sociali, di governance) nel processo d'investimento, unitamente ai criteri finanziari gestiti da una prospettiva di rischio-rendimento. Le questioni sostanziali relative ai fattori ESG vengono affrontate e promosse tramite l'azionariato attivo. Al momento dell'acquisizione, viene eseguito uno screening positivo ESG su singoli strumenti. Inoltre, alcuni settori, società, prodotti o attività non sono ammessi
nell'universo degli investimenti. Al fine di realizzare la strategia d’investimento, il Fondo investirà prevalentemente in varie classi di strumenti finanziari internazionali, principalmente azioni e derivati su azioni e, in via residuale, in obbligazioni, strumenti del mercato monetario e altri derivati. In particolare, il Fondo ricorrerà a derivati
quotati (per esempio, futures e opzioni) e a derivati OTC (per esempio Contratti per Differenza, “Equity Swap” o “Total Return Swap”) al fine di realizzare la strategia d'investimento del Fondo e creare un'esposizione long e short. Le attività sottostanti dei “Total Return Swap” saranno principalmente azioni. Il Fondo può anche investire tatticamente in ADR (Certificati di deposito americani) o GDR (Certificati di deposito globali). Tali ADR/GDR non avranno prodotti derivati incorporati. Tutte le obbligazioni saranno “investment grade”. In termini di esposizione geografica, il Fondo investirà prevalentemente nei mercati sviluppati (per esempio nei mercati dei paesi appartenenti all’UE e all’OCSE). Il saldo può essere investito in qualsiasi strumento elencato nel paragrafo precedente, compresi gli strumenti dei mercati emergenti. In tal caso, il Fondo investirà solo in titoli quotati su mercati regolamentati. Il Fondo può detenere liquidità, fino al 10% del patrimonio netto presso lo stesso istituto di credito e fino al 20% presso la Banca Depositaria. Il Fondo può investire fino al dieci per cento (10%) del patrimonio netto in OICVM o altri OICR di cui all’art. 41, sezione 1, della Legge del 2010. Il Fondo non può investire oltre il 20% del patrimonio netto in azioni emesse da società quotate a Hong Kong e nella Cina continentale, comprese azioni H, azioni A e azioni B, tenendo conto dei rischi associati a tali investimenti descritti nel capitolo “Obiettivi e politiche d'investimento del Fondo” del prospetto. Il Fondo può fare ricorso all’utilizzo di strumenti finanziari derivati volti a promuovere una gestione efficiente del portafoglio, nel rispetto dei limiti di cui al capitolo “Tecniche e strumenti finanziari” del prospetto. La Classe IH è denominata in euro, con i rischi di cambio coperti. Gli investitori possono sottoscrivere o rimborsare le quote del Fondo su base giornaliera (full bank business day).

Informazioni legali

Banca depositaria Caceis Bank Luxembourg SA
Società di revisione EY
Come si può sottoscrivere

I comparti gestiti da Ersel Gestion Internationale S.A. sono distribuiti in Italia da Ersel S.p.A. e da Online Sim S.p.A. La sottoscrizione di quote del comparto presso Ersel S.p.A. può avvenire mediante l'apertura di un rapporto di gestione e/o di amministrazione.

Frequenza calcolo nav Giornaliera
Pubblicazione quote Il Sole 24ORE

Fund ticker

Codice ISIN LU2232027214
Codice Bloomberg LLIEIHE LX

Commissioni e versamenti

Commissioni di sottoscrizione 0
Commissioni di rimborso 0
Commissioni di gestione 0,9% su base annua
Commissioni di incentivo 20% calcolato sulla differenza positiva tra il rendimento netto del Fondo e l'indice composto per il 10% dall'Indice ICE BofA euro Treasury Bill e per il 90% dall'Indice MSCI World Net Total Return in EUR nell'anno di riferimento.
Versamenti minimi iniziali 500.000 euro
Versamenti minimi successivi 0

Performance

Periodo Valore quota Fondo Benchmark
- - - -
* Rendimento medio annuo composto
NOTA: Prima dell'adesione leggere il prospetto informativo. Non c'è garanzia di ottenere in seguito il medesimo rendimento.

Andamento

Non ci sorprende più di tanto il movimento del mercato degli ultimi mesi, considerando che stiamo entrando nella stretta monetaria più aggressiva degli ultimi 40 anni, attraverso un repentino aumento dei tassi e un bilancio della Fed in contrazione di quasi 100 miliardi di dollari al mese, dopo che l’intero sistema finanziario era diventato dipendente da un bassissimo costo del capitale e quindi da spread sul credito e multipli sull’equity agli estremi.

Commento mensile del gestore

La guerra in Ucraina e il lock-down in Cina hanno poi aggiunto una grossa dose di incertezza nel bel mezzo di questo epocale cambio di paradigma andando rispettivamente ad aumentare vigorosamente i prezzi delle materie prime e ad inasprire i colli di bottiglia logistici mondiali pesando sull’inflazione transitoria. Non è bastata una solida reporting season per distogliere lo sguardo solamente dagli aspetti macro.

I fondamentali delle società sono l’ultima cosa che il mercato guarda in una fase di incertezza come questa e, come sempre succede, a fasi di euforia estrema seguono fasi di panico. Euforia e panico che incidono anche sul modo di valutare le società. Se solo sei mesi fa il focus era rivolto verso la grandezza del mercato potenziale, la crescita dei ricavi e il costo di acquisizione di nuovi clienti, adesso le uniche cose che incidono sull’andamento dei titoli sono la profittabilità e la solidità finanziaria. L’innovazione e la crescita, così volute e ricercate solo pochi mesi fa, diventano oggi un ostacolo perché assorbono capitali e investimenti, e in pochi hanno la pazienza o il lusso di guardare al medio lungo termine. Ed è proprio chi guarda al lungo termine che non si fa influenzare dal tema tassi e duration.

Se è vero, infatti, che un aumento dei tassi ha un effetto negativo soprattutto sulla valutazione delle società a long duration è altresì vero che così come si aumenta il tasso di sconto dei flussi di cassa, così si deve aumentare il tasso di crescita del valore terminale, in linea con il nuovo paradigma inflazionistico, causa principale dell’aumento dei tassi nominali. L’effetto di questi due input ha spesso un risultato neutrale sulla valutazione. Quello che storicamente ha inciso sugli andamenti di borsa dei titoli ad alta crescita è la velocità con cui si muovono i tassi rispetto al valore assoluto del tasso di interesse.

Nel momento in cui il movimento del tasso si esaurisce solitamente il mercato torna ad apprezzare la crescita, specialmente se rara, e a dare un senso ai fondamentali. Visti i recenti sviluppi, riteniamo che questa situazione non sia troppo distante.

Factsheet

Documento Aggiornato al Scarica
Report mensile 11/05/2022 PDF get_app

Documenti d'offerta

Documento Aggiornato al Scarica
Management rules 05/02/2019 PDF get_app
Prospectus 13/04/2021 PDF get_app
KIID 25/02/2022 PDF get_app

Relazioni semestrali

Documento Aggiornato al Scarica
Semi annual report 18/11/2021 PDF get_app

Rendiconti annuali

Documento Aggiornato al Scarica
Annual report 02/05/2022 PDF get_app

Policy ESG

Documento Aggiornato al Scarica
Politica di Investimento Responsabile 27/09/2021 PDF get_app
Investors' Notice 21/04/2021 PDF get_app
Gestore
Sergio Allegri
Team Investimenti Tecnologia ESG
Marco Gennari
Team Investimenti Tecnologia ESG
Livello di rischio
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7

Video correlati

Mercato azionario italiano

Marco Nascimbene - 25-mag-2022

Quali prospettive per la green economy

Sergio Allegri - 28-ott-2021

Gamma prodotti 2020

Sergio Allegri - 27-feb-2020

Articoli correlati


RISPARMIO ENERGETICO ATTIVO

Questa schermata consente al tuo monitor di consumare meno energia quando il computer resta inattivo.

Clicca in qualsiasi parte dello schermo per riprendere la navigazione.


Ersel