Globersel European Equity - Investec AM

Overview

Informazioni principali
Nome fondo
Globersel European Equity - Investec AM
Benchmark
MSCI Europe index
Categoria Assogestioni
Azionario Europa
Forma giuridica
Fondo comune di investimento di diritto lussemburghese a comparti multipli.
Obiettivo di investimento
Il Fondo si prefigge una crescita di capitale nel lungo termine, soprattutto attraverso l'investimento in titoli azionari azioni e titoli ivi correlati, direttamente o tramite investimenti in Organismi d'investimento collettivo in valori mobiliari (OICVM), di società quotate e/o domiciliate in Europa ovvero costituite fuori dall'Europa ma che svolgano una quota consistente delle proprie attività aziendali in Europa, sia in euro che in valuta estera.
Politica di investimento
Gli investimenti sono effettuati in società operanti a tutti i settori economici, con una prevalenza di emittenti dalla capitalizzazione medio-alta. I titoli in cui investe il comparto sono principalmente quotati o negoziati su Mercati regolamentati europei. Il Fondo può investire fino al 10% del patrimonio netto in OICVM o altri Organismi d'investimento collettivo del risparmio (OICR). Il Fondo può, in via residuale, detenere liquidità. Il Fondo può utilizzare tecniche e strumenti finanziari al fine di promuovere un’efficiente gestione del portafoglio.
Livello di rischio
5 (da 1 a 7)
Data di avvio
08/05/2017
Valore quota al 2018.11.16
92,360
Valore patrimonio al 2018.11.16
76.067.258
Informazioni legali
Banca depositaria
Caceis Bank Luxembourg SA
Società di revisione
Ernst & Young S.A.
Come si può sottoscrivere
I fondi comuni di investimento gestiti da Ersel Asset Management Sgr S.p.A. sono distribuiti in Italia da Ersel Sim S.p.A. e da Online Sim S.p.A. La sottoscrizione di quote del Fondo presso Ersel Sim S.p.A. può avvenire mediante l'apertura di un rapporto di gestione e/o di amministrazione.
Frequenza calcolo nav
Giornaliera
Pubblicazione quote
Il Sole 24ORE
Fund ticker
Codice ISIN
LU1598708714
Codice Bloomberg
GLINECU:LX
Commissioni
Commissioni di sottoscrizione
0
Commissioni di rimborso
0
Commissioni di gestione
1,5% su base annua
Commissioni di incentivo
20% sul rendimento in eccesso rispetto all’indice di riferimento composto dal 100% del MSCI Europe index calcolato nel trimestre di riferimento.

Performance

Periodo Valore quota
liquiditaFondo
azioniBenchmark
2018.11.16 92,360 - -
2018.11.15 92,310 0,05 % -0,17 %
1 mese 94,480 -2,24 % -1,58 %
3 mesi 98,510 -6,24 % -5,40 %
Inizio anno 104,270 -11,42 % -5,28 %
1 anno 102,220 -9,64 % -4,10 %
Dalla nascita (2017.05.05)* 100,000 -5,05 % -3,36 %

 * Rendimento medio annuo composto.


Prima dell'adesione leggere il prospetto informativo.
Non c'e' garanzia di ottenere in seguito il medesimo rendimento. 



Andamento grafico



Gestione del fondo

Gestione delegata a: Investec Group
Data inizio gestione:

08/05/2017

UCITS: Si
Domicilio: Luxembourg - 17 rue Jean l’Aveugle, L-1148
Società di gestione: Ersel Gestion Internationale SA

 

Commento mensile del gestore

Image

Ottobre 2018
Nel corso del mese il mercato azionario italiano ha avuto una performance pesantemente negativa guidata da un lato dall’allargamento dello spread Btp-Bund, a causa della previsione di deficit al 2,4% contenuta nella legge finanziaria e dall’altro dai timori di rallentamento dell’economia globale che ha penalizzato i mercati internazionali.

In questo contesto i settori peggiori sono stati i finanziari ed i bancari in particolare, colpiti dallo spread Btp-Bund, ed i ciclici, impattati dai timori di rallentamento del ciclo globale. Si sono comportati meglio i difensivi e le utilities in particolare, oltre ai petroliferi sostenuti dalla forza del prezzo del petrolio. A livello di singoli titoli, i migliori del listino li troviamo fra i petroliferi come Tenaris e Saipem e fra le utilities come Snam e Terna oltre a Recordati fra i farmaceutici. Tra i peggiori oltre a Prysmian fra gli industriali, abbiamo le banche come Banco BPM, UBI, Fineco e Banca Generali.
 

Strategie di portafoglio

Ottobre è stato un mese molto difficile per i mercati azionari globali e quello europeo non ha fatto eccezione, con l’indice MSCI Europa che ha ceduto oltre il 5%. A pesare sull’andamento dei mercati è stato il timore che la politica monetaria restrittiva degli Stati Uniti e le tensioni sul commercio internazionale comincino ad avere un impatto negativo sulla crescita globale. A tutto questo si sono sommate l’incertezza sulle negoziazioni per la Brexit e l’accesa discussione tra Governo Italiano e Commissione Europea sui saldi della prossima legge di bilancio italiana. In termini settoriali, i titoli delle Telecomunicazioni hanno registrato il miglior risultato, favoriti dal clima di avversione al rischio e da utili in lieve miglioramento. Al contrario i titoli industriali e della tecnologia hanno registrato la performance peggiore, appesantiti dal rallentamento della crescita in Europa e da una stagione degli utili in molti casi sotto le attese. In questo contesto Globersel European Equity ha registrato una performance negativa pari a -6%, leggermente inferiore a quella dell’indice di riferimento che ha chiuso a -5,31%. A pesare sul risultato relativo del comparto è stato, in particolare, il settore Farmaceutico e nello specifico l’assenza in portafoglio di due titoli svizzeri di grande capitalizzazione quali Novartis e Roche: il primo è salito grazie a risultati trimestrali sopra le attese mentre il secondo ha beneficiato della sua natura più difensiva in un contesto di forte avversione al rischio. Il settore delle Telecomunicazioni ha anche detratto performance a causa della posizione sul titolo polacco delle telecomunicazioni Play che ha continuato a soffrire per i timori di una concorrenza eccessiva all’interno del suo mercato domestico. Infine il sovrappeso in Tecnologia ha detratto performance. Venendo ai contributi positivi, da sottolineare il buon risultato della selezione titoli all’interno del settore finanziario grazie, soprattutto, alla posizione sulla piattaforma di trading online Plus500 che ha ancora una volta battuto le previsioni degli analisti ed alzato le stime sugli utili futuri. Il migliore contributo al portafoglio è tuttavia arrivato dalla società mineraria Polymetal che ha riportato sopra le attese e beneficiato dell’aumento nelle quotazioni dell’oro. In termini generali, il comparto mantiene una preferenza, rispetto all’indice di riferimento, per i settori della tecnologia e dell’energia e per titoli finanziari mentre rimane sotto-pesato di farmaceutici e titoli legati ai beni di pubblica utilità.

Documenti

Report

Prospetto informativo

Relazioni semestrali

Rendiconti annuali

Video correlati