close
share

La guerra commerciale tra Usa e Cina continua a dominare l’andamento dei mercati. In particolare, il tweet di Donald Trump del 5 maggio scorso ha segnato una nuova escalation nella disputa che, ormai, dura da più di un anno. Probabilmente questo tweet troverà posto nei libri di storia.

Guerra di posizione

Focus

Un tweet che entrerà nella storia

Il tweet di Donald Trump del 5 maggio scorso ha segnato una nuova escalation nella disputa tra Usa e Cina che ormai dura da più di un anno.

Ha, infatti, delineato uno scenario di vera e propria
contrapposizione strategica tra i due colossi. Se fino a poco prima, le esternazioni di Trump erano interpretate come tattica negoziale, ora diventa sempre più evidente che il mirino è puntato su un contesto di scontro per la supremazia.

In questo senso, negli ultimi mesi ha fatto discutere un’analisi arrivata dal politologo di Harvard, Graham Allison, che ha paragonato la disputa in corso al contesto che ha preceduto, 2.400 anni fa, la guerra del Peloponneso. Come narra lo storico Tucidide: «Fu la paura dell’ascesa di Sparta a rendere inevitabile la guerra». In questa direzione vanno le dichiarazioni di Hillary Clinton, ex ministro degli Esteri Usa, che recentemente ha definito le relazioni tra le due superpotenze come la sfida più grande che gli Stati Uniti dovranno affrontare negli anni a venire. 

Visto in quest’ottica, il confronto sui dazi è soltanto uno dei diversi scacchieri su cui si gioca la partita tra Usa e Cina.
Intanto, la sottoscrizione di un accordo tra le due parti appare sempre meno certa e le minacce di dazi da parte di Trump, anche sul vicino Messico, hanno esasperato ancora di più il quadro.

In questo contesto, la Cina sembra aver metabolizzato il cambio di passo voluto da Trump e, pur volendo continuare a mantenere aperta la trattativa, sembra attrezzarsi a una guerra «di posizione» che potrebbe durare anni. A soffrire è l’Europa che si trova schiacciata in mezzo a due giganti in lotta e, già sofferente per un’economia che va a rilento e per le sfide sul piano politico, rischia di finire con il pagare un conto assai
salato.

Continua leggendo il pdf.

Scenario macroeconomico

Alberto Cattaneo - 08-giu-2019