close
share

Settimana molto scarna per quanto riguarda la diffusione di statistiche macroeconomiche. I dati sulla bilancia commerciale e sul livello di fiducia degli imprenditori dei servizi sono risultati leggermente superiori alle attese, corroborando l’aspettativa di un PIL del terzo trimestre non in territorio negativo. 

Come ribadito in queste settimane anche da autorevoli commentatori non è vero che la politica fiscale negli Stati Uniti sia incapace di dare un contributo all’economia, in quanto con un mercato disposto a remunerare il debito del governo federale a tassi del 2% per una durata decennale non si può certo dire che manchino i fondi pubblici da destinare a politiche pro cicliche. Ciò che manca è un accordo a livello politico per intraprendere tali manovre di sostegno. Obama ha delineato un piano di sostegno all’occupazione molto ambizioso, pari a 450 mld di dollari in grado di incidere sulle sorti di un mercato occupazionale fino ad ora fiacco. Occorre però vedere se verrà trovato un compromesso con la controparte Repubblicana. Al momento l’atteggiamento dei mercati è risultato piuttosto scettico segno che l’incertezza sulla politica è ancora molta. 

 

Contenuti correlati