close
share
Marco Covelli
Intervista a
Direttore Investimenti Diretti
Fonte

Investire

del 01-mar-2020
Programmi Pir 3.0, tutte le istruzioni per l'uso

II ritorno in grande stile dei Pir non sorprende gli operatori della prima ora, quelli che nei piani individuali di risparmio hanno sempre creduto. E può essere foriero di altrettante soddisfazioni per tutti i protagonisti: intermediari e clienti in primis. Investire ne ha parlato con Marco Covelli, direttore investimenti di Ersel Asset Management Sgr.

Covelli, le novità della normativa sui Pir possono a suo avviso determinare un rilancio dello strumento e una domanda pari a quella registrata nel 2017, l'anno del boom dei piani individuali di risparmio? La prima versione dei Pir, varata alla fine del 2016, ha indubbiamente riscosso grande successo. Le modifiche introdotte nel 2018 si sono invece dimostrate di difficile implementazione, in particolare per la quota minima prevista di investimenti in venture capitai, e di fatto hanno comportato l'interruzione dei flussi di I* i nuove sottoscrizioni.

La versione 3.0, pur introducendo un ulteriore vincolo d'investimento minimo sulle aziende escluse dagli indici delle big e delle mid cap, ha visto in sostanza un ritorno alla versione precedente e ci è sembrata una soluzione pragmatica e opportuna per far ripartire le sottoscrizioni. Ci aspettiamo quindi che gli investitori tornino a premiare questa soluzione d'investimento con flussi che potrebbero raggiungere i 3,5 miliardi di euro all'anno.

Quali sono oggi i numeri di Ersel nei Pir? Ersel Asset Management gestisce due programmi già Pir Compliant rispetto alla versione 3.0 con asset per complessivi 200 milioni.

Per quale tipo di risparmiatore è adatto il prodotto Pir? Partendo dal presupposto che l'investimento Pir non deve stravolgere una corretta asset allocation di portafoglio, sicuramente può raccogliere la quota destinata all'azionario domestico e almeno una parte di quella destinata all'azionario internazionale. La gradualità delle sottoscrizioni e l'orizzonte di investimento di almeno cinque anni, riducono il rischio di un errore nel timing.

In cosa consiste oggi la vostra offerta in Pir? Ersel oggi offre due fondi Pir compliant: un fondo azionario long only di diritto italiano, Fondersel Pmi e uno flessibile, di diritto lussemburghese, Leadersel Pmi Hd. Il fondo italiano è uno dei 32 investire marzo 2020 prodotti di punta di Ersel da oltre 20 anni, mentre il fondo flessibile è nato alla fine del 2016 per offrire una soluzione di investimento anche ai clienti con una propensione al rischio minore rispetto all'azionario direzionale. La capogruppo Ersel Sim offre ai propri clienti l'opportunità di avere il proprio "conto Pir" dove, senza alcun onere aggiuntivo, far confluire gli investimenti in Oicr Pir compliant, per almeno il 70% e, nel rispetto del limite massimo del 30% previsto dalla normativa, in Oicr anche non Pir compliant.

Sono previste novità nell'offerta? Al momento non è previsto il varo di altre soluzioni.

Uno degli obiettivi indiretti dell'investimento in Pir è di aiutare l'economia reale e in particolare il segmento delle Pmi italiane. Con quali criteri state inserendo le imprese all'interno dei vostri prodotti? Crediamo che tutti gli investimenti, quindi anche quelli Pir compliant, dovrebbero premiare le aziende più meritevoli e non arrivare a pioggia su tutto il mercato. Coerentemente con questa filosofia di investimento, la nostra selezione avviene sempre sulla base di un'attenta analisi bottom up e i titoli in portafoglio vengono poi monitorati tramite periodici incontri con il management e un continuo confronto con gli analisti sell side. In generale tendiamo a scegliere aziende leader di segmenti di mercato o che operano in mercati in forte espansione, ma non disdegniamo scelte legate alla stabilità e visibilità dei risultati.

Quali sono i vostri obiettivi sui piani individuali di risparmio? Ersel è stata tra le prime Sgr a offrire fondi Pir compliant perché l'azionario Italia, e in particolare la selezione delle migliori aziende small e mid cap, è da sempre uno dei nostri punti di forza. Il nostro obiettivo è quindi di continuare su questa strada dimostrando, numeri alla mano, la nostra competenza.

Intervista a
Marco Covelli

Marco Covelli

Direttore Investimenti Diretti
Fonte

Investire

del 01-mar-2020
Contenuti correlati

Video correlati

Gamma prodotti 2020

Marco Covelli - 27-feb-2020

Gamma prodotti

Marco Covelli - 19-dic-2019

Fondersel PMI diventa PIR Compliant

Carlo De Vanna - 14-mar-2017

Articoli correlati