Fondersel

Overview

Informazioni principali
Nome fondo
Fondersel
Benchmark
46% ML EMU Direct Govt, 32% MSCI World, 10% ML Global Govt, 8% MSCI Emerging Markets, 4% DJ UBS Commodities
Categoria Assogestioni
Bilanciato
Forma giuridica
Fondo comune di investimento mobiliare aperto di diritto italiano armonizzato alla Direttiva 85/611 CEE
Politica di investimento
Il fondo investe in un portafoglio tendenzialmente bilanciato in strumenti finanziari di natura azionaria e obbligazionaria di emittenti appartenenti a qualsiasi paese denominati sia in euro sia in valuta estera e diversificato in tutti i settori economici. L'investimento della componente azionaria privilegerà OICR che a loro volta investono in titoli azionari dell'Unione Europea, del Nord America e dell'area Asia-Pacifico. L'investimento della componente obbligazionaria privilegerà titoli di debito denominati in Euro emessi da Stati sovrani o da organismi internazionali dell'Unione Europea. La durata finanziaria media degli investimenti obbligazionari è compresa tra 1 e 3 anni. Obiettivo principale del fondo è l'apprezzamento del valore del capitale su un orizzonte temporale di medio periodo (indicativamente superiore a 3 anni) con un livello di rischiosità medio-alto. Lo stile di investimento, relativo alla componente azionaria, si fonda su una selezione degli OICR basata su criteri di valutazione quantitativa del profilo di rischio-rendimento, integrata da analisi qualitative del processo di investimento adottato dagli OICR stessi. La scelta degli OICR avviene, in funzione della valutazione del gestore, tenuto conto della specializzazione e dello stile di gestione, nonché delle caratteristiche degli strumenti finanziari sottostanti. Gli OICR selezionati sono gestiti da primarie società che evidenziano qualità e continuità dei risultati, persistenza delle performance ottenute e trasparenza nella comunicazione. Per la componente del portafoglio investita in obbligazioni particolare attenzione è dedicata alla ricerca macroeconomica, con riferimento alle aspettative di crescita e di inflazione. L'analisi della struttura dei tassi d'interesse e del settore "corporate" costituisce un importante elemento di supporto.
Per ulteriori informazioni consultare la sezione Documenti..
Livello di rischio
4 (da 1 a 7)
Data di avvio
27/08/1984
Valore quota al 2018.08.14
60,544
Valore patrimonio al 2018.08.14
153.878.347
Informazioni legali
Banca depositaria
State Street Bank GmbH – Succursale Italia
Società di revisione
KPMG SpA
Come si può sottoscrivere
I fondi comuni di investimento gestiti da Ersel Asset Management Sgr S.p.A. sono distribuiti in Italia da Ersel Sim S.p.A. e da Online Sim S.p.A. La sottoscrizione di quote del Fondo presso Ersel Sim S.p.A. può avvenire mediante l'apertura di un rapporto di gestione e/o di amministrazione.
Frequenza calcolo nav
Giornaliera
Pubblicazione quote
Il Sole 24ORE
Fund ticker
Codice ISIN
IT0000380060
Codice Bloomberg
FDSFDSL IM
Commissioni
Commissioni di sottoscrizione
0
Commissioni di rimborso
0
Commissioni di gestione
1,2% su base annua
Commissioni di incentivo
20% della differenza, rilevata nel periodo di riferimento, fra la variazione percentuale del valore della quota registrata nell’anno solare e la variazione percentuale del benchmark fatta registrare nello stesso periodo.

Performance

Periodo Valore quota
liquiditaFondo
azioniBenchmark
2018.08.14 60,544 - -
2018.08.13 60,655 -0,18 % 0,35 %
1 mese 60,707 -0,26 % 0,65 %
3 mesi 60,955 -0,67 % 1,16 %
Inizio anno 60,764 -0,36 % 2,70 %
1 anno 59,143 2,36 % 5,60 %
3 anni* 58,409 1,20 % 4,21 %
5 anni* 50,818 3,56 % 6,54 %
10 anni* 44,062 3,22 % 5,15 %
Dalla nascita (1984.08.27)* 5,165 7,51 % -

* Rendimento medio annuo composto.


Prima dell'adesione leggere il prospetto informativo.
Non c'e' garanzia di ottenere in seguito il medesimo rendimento. 



Andamento grafico



Tabella riepilogativa

1 anno 3 anni 5 anni 10 anni
Fondo 2,36 % 3,65 % 19,13 % 37,40 %
Benchmark 5,60 % 13,20 % 37,30 % 65,29 %
1 anno 3 anni 5 anni 10 anni
Fondo 2,36 % 1,20 % 3,56 % 3,22 %
Benchmark 5,60 % 4,21 % 6,54 % 5,15 %
2015 2016 2017 2018
Fondo 3,81 % 2,17 % 3,60 % -0,36 %
Benchmark 3,68 % 7,34 % 3,42 % 2,70 %
1 anno 3 anni* 5 anni* 10 anni*
Fondo 7,38% 7,38% 7,38% 7,38%
Benchmark 7,38% 7,38% 7,38% 7,38%


Grafico annuale

Rating

morningstar
rating
rating
rating
rating
rating

Gestione del fondo

Gestione affidata a: Andrea Nascè
Data inizio gestione: 01/03/2007
UCITS: Si
Domicilio: Italia - Piazza Solferino 11 Torino
Società di gestione: Ersel Asset Management Sgr

 

Commento mensile del gestore

Image

Giugno 2018
I dati pubblicati nel corso del mese hanno confermato per gli Stati Uniti un quadro macroeconomico positivo, con la maggior parte degli indicatori risultati migliori rispetto alle aspettative.

Più in particolare:

 

  • il report sul mercato del lavoro di maggio ha evidenziato la creazione di 223.000 nuovi occupati (al di sopra dei 190.000 attesi). Il tasso di disoccupazione è sceso dal 3.9% al 3.8% Nel corso del periodo il tasso di partecipazione è sceso dal 62.8% al 62.7%, con le ore lavorate rimaste stabili. Salito leggermente dal 60.3% al 60.4% il rapporto tra occupati e popolazione che recentemente sembra guidare maggiormente la crescita dei salari che anno su anno segnano +2.7%. L’abbinamento creazione posti di lavoro-crescita dei salari lascia ipotizzare che il NAIRU – tasso di disoccupazione di inflazione stabile – sia più basso del previsto. Un segnale che il mercato del lavoro è in ottimo stato di salute viene anche dal numero di posizioni aperte più alto del numero di assunzioni, con le aziende che faticano a trovare abbastanza personale qualificato ed il numero di lavoratori che lascia il posto di lavoro volontariamente ai massimi dal 2009 a segnalare che i lavoratori sono fiduciosi nella possibilità ritrovare lavoro rapidamente.
      
  • La produzione industriale è scesa dello 0.1% su base mensile, con l’utilizzo della capacità produttiva sceso al 77.9% dal 78.1% de mese precedente.
      
  • Le vendite al dettaglio nello stesso periodo sono salite dello 0.8% MoM, risultando molto più alte rispetto alle aspettative che erano per un +0.4%.
     
  • Il dato di inflazione del mese di maggio è risultato in aumento dal +2.5% al +2.8% su base annua, con l’indice “core” (al netto di alimentari e beni energetici) in aumento al +2.2% dal +2.1% di aprile.  


Continua »

 

Strategie di portafoglio

Nel mese di giugno le tensioni tra gli Stati Uniti e i suoi principali partner commerciali hanno pesato sull’andamento dei mercati finanziari. Malgrado le misure effettivamente implementate fino ad ora siano relativamente modeste, il progressivo alzarsi dei toni e la prospettiva di un’escalation incontrollata nell’imposizione di dazi doganali hanno avuto un impatto negativo sull’umore degli investitori. Se a livello regionale a pagarne le conseguenze sono stati soprattutto i mercati emergenti e quelli europei, a livello settoriale si è assistito ad una forte rotazione a favore dei titoli più difensivi a scapito di quelli più ciclici e maggiormente legati al commercio internazionale (come ad esempio il settore europeo delle auto). In ambito obbligazionario, la maggiore avversione al rischio non si è tradotta in un ribasso dei tassi di interesse che sono rimasti relativamente stabili anche in virtù dei toni meno accomodanti della FED che ha aumentato il numero di rialzi previsti sull’anno. Per contro gli spread di credito hanno allargato in Europa, anche per l’instabilità politica che continua a rappresentare un forte elemento di preoccupazione.
In questo contesto Fondersel ha realizzato una performance negativa pari -1,48%, decisamente inferiore al benchmark di riferimento, che ha limitato il ribasso a -0,2%. A contribuire negativamente al risultato, in termini sia assoluti che relativi, è stato il sovrappeso sui mercati azionari europei e, soprattutto, su quelli obbligazionari ed azionari emergenti sui quali si sono concentrate le preoccupazioni degli investitori per il crescere delle tensioni commerciali. Una reazione a nostro avviso in parte eccessiva, maturata all’interno di un periodo povero di dati fondamentali legati all’andamento delle aziende (la stagione degli utili inizia nelle prossime settimane). L’effetto è stato quello di accumunare le preoccupazioni geopolitiche afferenti ad alcune specifiche aree geografiche a titoli e settori, prescindendo da dinamiche fondamentali molto diverse. In questo senso, manteniamo la nostra preferenza per gli asset di rischio emergenti rispetto a quelli sviluppati e, all’interno di questi ultimi, per l’Europa rispetto agli Stati Uniti, alla luce di un livello di valutazioni decisamente più attraente. Il fondo mantiene poi il suo forte sottopeso di duration in considerazione del livello storicamente contenuto raggiunto dai tassi di interesse, privilegiando tra l’altro l’investimento in obbligazioni inflation linked e in strategie alternative a rendimento assoluto.

Documenti

Report

Prospetto informativo

Relazioni semestrali

Rendiconti annuali

Articoli e News correlati

  • 31-dic-2010  | MF - pag. 9

    Il rating dei gestori 2011 Sono 32 i fondi di diritto italiano che in questa edizione dell'Annuario dell'Investitore si ... »

  • 21-dic-2004  | MF - pag. 5

    La lezione dei pionieri Dal +889,7% di Generali capital al +709,3% di Fondersel, così i primi dieci fondi hanno ... »