Leadersel Diversified Strategies

Overview

Informazioni principali
Nome fondo
Leadersel Diversified Strategies Classe B
Benchmark
In relazione alle finalità del fondo non è possibile individuare un benchmark rappresentativo della politica di investimento
Categoria Assogestioni
Flessibile
Forma giuridica
Fondo comune di investimento di diritto lussemburghese a comparti multipli specializzato nell’investimento in quote di OICR
Politica di investimento
Comparto multi asset con un obiettivo di rendimento annualizzato netto pari al tasso risk free overnight (EONIA) + 3% su un orizzonte temporale di 3 anni. Il Fondo offre la massima diversificazione, sia in termini di asset class sia di strategie, bassa volatilità e assoluta liquidabilità degli investimenti, con un monitoraggio costante del rischio e la possibilità di effettuare immediati aggiustamenti del portafoglio in caso di mutamenti degli scenari.
Per ulteriori informazioni consultare la sezione Documenti..
Livello di rischio
3 (da 1 a 7)
Data di avvio
11/09/2012
Valore quota al 2018.09.19
102,640
Valore patrimonio al 2018.09.19
96.247.152
Informazioni legali
Banca depositaria
Caceis Bank Luxembourg SA
Società di revisione
Ernst &Young S.A.
Come si può sottoscrivere
Ersel Sim distribuisce in esclusiva in Italia i fondi comuni di investimento gestiti da Ersel Asset Management Sgr e da Ersel Gestion Internationale. La sottoscrizione di quote del Fondo può avvenire mediante l'apertura di un rapporto di gestione e/o di amministrazione presso Ersel Sim S.p.A.
Frequenza calcolo nav
Settimanale
Pubblicazione quote
Il Sole 24ORE
Fund ticker
Codice ISIN
LU0704343937
Codice Bloomberg
LEADQNTLX
Commissioni
Commissioni di sottoscrizione
0
Commissioni di rimborso
0
Commissioni di gestione
1,2% su base annua
Commissioni di incentivo
Massimo 10% calcolato in base all’"High Water Mark" (il valore patrimoniale netto per quota più elevato registrato a fine trimestre) e superiore all’equivalente trimestrale di una performance annuale del SONIA (Sterling Overnight Index Average) + 2% ("Hurdle Rate"), da corrispondersi trimestralmente.

Performance

Periodo Valore quota
liquiditaFondo
azioniBenchmark
2018.09.19 102,640 - -
2018.09.18 102,590 0,04 % -
1 mese 103,520 -0,85 % -
3 mesi 103,960 -1,26 % -
Inizio anno 107,490 -4,51 % -
1 anno 105,560 -2,76 % -
3 anni* 100,090 0,84 % -
5 anni* 100,850 0,35 % -
Dalla nascita (2012.11.09)* 100,020 0,44 % -

* Rendimento medio annuo composto.  


Prima dell'adesione leggere il prospetto informativo.
Non c'e' garanzia di ottenere in seguito il medesimo rendimento. 



Andamento grafico



Tabella riepilogativa

1 anno 3 anni 5 anni 10 anni
Fondo -2,76 % 2,54 % 1,77 % -
Benchmark - - - -
1 anno 3 anni 5 anni 10 anni
Fondo -2,76 % 0,84 % 0,35 % -
Benchmark - - - -
2015 2016 2017 2018
Fondo -5,58 % 2,31 % 5,06 % -4,51 %
Benchmark - - - -
1 anno 3 anni* 5 anni* 10 anni*
Fondo 7,38% 7,38% 7,38% 7,38%
Benchmark 7,38% 7,38% 7,38% 7,38%


Grafico annuale

Rating

morningstar
rating
rating
rating
rating
rating

Gestione del fondo

Gestione affidata a: Gianluca Oderda, Eugenio Raiteri, Paolo Baretto, Alberto Cattaneo, Antonio Turi
Data inizio gestione: 09/11/2012
UCITS:

SI
UCITS IV compliant

Domicilio: Luxembourg - 17 rue Jean l’Aveugle, L-1148
Società di gestione: Ersel Gestion Internationale SA

 

Commento mensile del gestore

Image

Luglio 2018
I dati pubblicati nel corso del mese hanno confermato per gli Stati Uniti un quadro macroeconomico positivo, con la maggior parte degli indicatori che sono risultati migliori rispetto alle aspettative.

 Più in particolare:

 

  • il report sul mercato del lavoro di giugno ha evidenziato la creazione di 213.000 nuovi occupati (al di sopra dei 195.000 attesi). Il tasso di disoccupazione è salito dal 3.8% al 4% a causa del tasso di partecipazione che nel periodo è salito dal 62.7% al 62.9%, con le ore lavorate rimaste stabili. Il rapporto di occupati su popolazione è rimasto stabile al 60.4%, con i salari orari che anno su anno segnano un +2.7%.
    L’abbinamento creazione posti di lavoro-crescita dei salari lascia ipotizzare che il NAIRU – tasso di disoccupazione di inflazione stabile – sia più basso del previsto, come è evidente guardando al numero crescente numero di aziende che faticano a trovare personale qualificato (soprattutto in alcuni settori), dal numero di posizioni aperte più alto del numero di assunzioni ed il numero di lavoratori che lascia il posto di lavoro volontariamente ai massimi dal 2009 a segnalare che i lavoratori sono fiduciosi nella possibilità ritrovare lavoro rapidamente.
     
  • La produzione industriale è cresciuta dello 0.6% su base mensile, con l’utilizzo della capacità produttiva salito dal 77.9% al 78.1% del mese precedente.
     
  • Le vendite al dettaglio nello stesso periodo sono cresciute dello 0.5% MoM, risultando in linea con le aspettative di mercato.
     
  • Il dato di inflazione del mese di giugno è risultato in aumento dal +2.8% al +2.9% su base annua, con l’indice “core” (al netto di alimentari e beni energetici) in aumento al +2.3% dal +2.2% del mese precedente, con qualche pressione salariale che inizia ad trasmettersi anche nei prezzi al consumo, ed ai primi effetti negativi di breve termine dei dazi imposti da Donald Trump sugli import di merci dalla Cina. I prezzi alla produzione (escludendo food & energy), infatti, sono saliti dal 2.4% al 2.8% e diverse aziende hanno iniziato a mostrare disagio verso l’aumento dei costi delle materie prime.

 

 

Continua »

 

Strategie di portafoglio

Nel mese di luglio il fondo Leadersel Diversified Strategies ha conseguito una performance positiva pari a +0.22%. Nel corso del mese sono proseguite le tensioni commerciali tra Cina e Stati Uniti, con l’imposizione di dazi su un controvalore iniziale pari a 34 miliardi di USD di export industriali cinesi e su un controvalore equivalente di merci americane. In controtendenza rispetto alle politiche commerciali divisive adottate da molti Paesi, Unione Europea e Giappone hanno firmato un importante accordo di partnership economica, dopo 5 anni di negoziati. L’accordo prevede una riduzione dei dazi giapponesi su prodotti alimentari europei e la corrispondente riduzione dei dazi europei su veicoli e componentistica auto di produzione giapponese. Sul fronte dei Paesi Emergenti, da segnalare la situazione sempre più difficile della Turchia, il cui tasso di inflazione annuo ha raggiunto il 15.4%, il livello più alto da 14 anni, con la valuta deprezzata di quasi il 20% rispetto al dollaro da inizio anno, e con il governo Erdogan che continua a osteggiare il rialzo dei tassi di interesse per contrastare la spirale inflazionistica.
Le componenti azionarie con direzionalità hanno contribuito positivamente alla performance per circa 64 bps, così come le esposizioni alle obbligazioni corporate high yield e al debito emergente in USD, che hanno fornito un contributo complessivo positivo pari a 20 bps. Viceversa, i principali contributi negativi alla performance sono riconducibili alle obbligazioni governative dei Paesi sviluppati (-30 bps) e all’esposizione alle materie prime energetiche (-26 bps); le esposizioni valutarie, attribuibili al premio per il rischio alternativo Fx Carry, hanno fornito un contributo negativo pari a -6 bps. Durante il mese abbiamo ancora diminuito l’esposizione all’obbligazionario governativo, portandola dal 50% al 38% circa. Abbiamo aumentato l’esposizione al credito corporate high yield, ricostituendo la posizione in Europa e portandola all’11% circa, e raddoppiandola negli Stati Uniti. Abbiamo inoltre ricostituito l’esposizione al debito emergente in USD, portandola al 9% circa.
Sull’azionario, per quanto riguarda la componente trend following, l’esposizione agli indici azionari sviluppati è stata aumentata, mentre l’allocazione agli emergenti ha visto un leggero incremento, pari allo 0.3%. Per quanto riguarda le materie prime, abbiamo lievemente ridotto l’esposizione al comparto energetico, mantenendo prossima a zero l’esposizione agli altri tre comparti.

Documenti

Report

Prospetto informativo

Relazioni semestrali

Rendiconti annuali

Articoli e News correlati