Spread, i fondi che hanno reso di più dalla crisi del 2011

Intervista a Amedeo Ferrauto, senior fund manager obbligazionario Ersel A.M.

IlSole24Ore.com 4-ott-2018

Spread che sfiora i 600 punti e cambio di governo Berlusconi-Monti. A sette anni dalla crisi che portò l'Italia sul baratro, ecco i fondi obbligazionari (area euro) che sono riusciti a portare a casa oltre il 20% di performance con un rendimento medio annualizzato del 3,5%.

Image Spread, i fondi che hanno reso di più dalla crisi del 2011

(...) Che cosa succederà ora per Fondersel Euro?

 

Gli acquisti di bond da parte della Bce stanno finendo e di conseguenza i rendimenti delle obbligazioni salgono, spinti anche dai timori per una "ribellione" dell'Italia a Bruxelles. "Abbiamo un po' ricomprato carta italiana dopo che lo spread è salito a 300 - afferma Amedeo Ferrauto, senior fund manager obbligazionario di Ersel A.M. gestore di Fondersel Euro che ha guadagnato il 30,32% negli ultimi sette anni - dopo esserci alleggeriti a varie riprese a partire dalle elezioni del marzo scorso". Secondo Ferrauto, la situazione per i BTp è meno critica ora - nella visione dei mercati - rispetto a maggio, quando la volatilità su BTp e sulle attività finanziarie italiane in generale è schizzata. "Certo - continua Ferrauto - la volatilità ha allontanato gli investitori istituzionali come i fondi pensione esteri che davano la maggiore stabilità ai titoli di Stato italiani e sono rimasti i più speculativi. Noi stiamo attenti a seguire la direzione del mercato, in base ai fondamentali dei Paesi, più che guardare ai valori assoluti dei titoli. Per questo ci piacciono i Bonos spagnoli, più che quelli francesi, che hanno già guadagnato molto e sono meno appetibili". Il patrimonio di Fondersel Euro è investito al 22% sui titoli tricolori, alla pari del benchmark a cui si rifà il fondo.