Ersel, Mediobanca e Aletti la carica dei wealth manager

Repubblica Affari & Finanza 5-nov-2017

GRANDE FERMENTO NEL SETTORE. L'ISTITUTO GUIDATO DA GIUBERGIA HA APPENA SIGLATO L'ACQUISIZIONE DI ALBERTINI SYZ. PIAZZETTA CUCCIA VARA LA SGR, SEGUITA A DICEMBRE DA UNA DIVISIONE PB. E NUOVI POLI CRESCONO CON LE ACQUISIZIONI BANCARIE.

«I nostri padri due grandi agenti di cambio, due geniali innovatori e due autentici signori, sempre uniti da un profondo rapporto di stima e fiducia reciproca»: Guido Giubergia, presidente e amministratore delegato di Ersel, ricorda il passato per parlare delle prospettive future, mentre firma l'impegno che nei prossimi mesi dovrebbe portare Ersel ad acquisire nel 20181a quota di maggioranza di Albertini Syz, la storica casa milanese fondata da Isidoro Albertini, grande amico di suo padre Renzo.

Isidoro Albertiní e Renzo Giubergia, ormai scomparsi, sono stati i due grandi signori di Piazza Affari, punti di riferimento della finanza internazionale, pionieri di una professione che in Italia pochi sapevano fare ai loro tempi. Oggi, su un mercato dominato dai money manager globali, Albertini-Syz e Ersel, sotto la guida dei figli, continuano a detenere portafogli importanti e il matrimonio darà vita al più importante gruppo italiano indipendente privato, focalizzato sulla gestione dei ricchi patrimoni. Ersel, ancora controllata al 100% dalla famiglia, dovrebbe rilevare il 64,3% di Albertini Syx dal Gruppo Syz, svizzero, che aveva in passato rilevato il controllo della casa milanese. Alberto Albertini manterrà l'attuale quota del 35,7%. L'operazione è subordinata all'autorizzazione della Banca Centrale Europea, dopo che la Banca d'Italia avrà emesso parere favorevole (...).

 

In parallelo un'altra grande operazione ha visto il private banking di Bpm e di Banca Akros confluire in Banca Aletti, la banca dedicata a Pb e Wealth Management del Banco Bpm, nato a gennaio di quest'anno dalla fusione tra Bpm e Banco popolare. Aletti è un altro nome storico della finanza italiana, finito nel 2000 in Bpv-Bsgp, ora sotto l'ombrello di Banco Bpm. Stefano Aletti, discendente degli agenti di cambio che hanno fondato il brand, nel 2016 è uscito da Banca Aletti, per finire in Albertini Syz. S'è portato via molti clienti e i loro ricchi portafogli. Ora, col matrimonio Ersel-Albertini Syz, le tre famiglie si ritrovano unite in unico polo indipendente del pb.