Guardateli in faccia

Patrimoni - Novembre 2007 1-nov-2007

Come scegliere a chi affidare il patrimonio

In Italia sono quasi 200 gli operatori che, a vario titolo, offrono servizi di private banking. Si contendono (...) circa 870 miliardi di euro (Fonte AIPB), detenuti a vario titolo da poco più di 700 mila nuclei familiari. Strategie e modelli di business sono tuttavia profondamente differenti tra loro e, prima di scegliere a chi affidarsi, occorre avere ben presente quali sono le peculiarità di ciascuna struttura, che cosa chiedere e che cosa è possibile ottenere in cambio. Individuare in anticipo a quale società conviene affidare il patrimonio permette di risparmiare tempo e denaro. Occorre avere presente che ogni struttura di private banking ha una o più specializzazioni in cui eccelle. (...)

 

Se si desidera incrementare il capitale e accollarsi rischi nella gestione è inutile affidarsi a una struttura nota per i prodotti iper-tradizionali che propone. Se quello che servono sono consulenze legali, fiscali e successorie oltre a quelle finanziarie, affidarsi a una boutique non sarà probabilmente la scelta più indicata. Come procedere, dunque, per individuare ciò che fa al caso proprio? (...)

 

Tra le macrocategorie che si sono ritagliate di diritto uno spazio all'interno del panorama della gestione di grandi patrimoni è quella delle banche italiane specializzate. Alcune di esse sono state create come evoluzione naturale di altrettanto note agenzie di cambio e i loro nomi restano indissolubilmente legati alla famiglia che le ha avviate. E' il caso della torinese Ersel, fondata da Renzo Giubergia e oggi guidata dal figlio Guido, che in pochi decenni ha saputo guadagnarsi la stima dei grandi possidenti torinesi. (...)

 

Consulta l'articolo completo