In Italia nasce l'imprenditore filantropo

Il Sole 24ORE - pag. 11 19-apr-2006

Uno dei pionieri della filantropia in Italia è la famiglia Giubergia, che ha creato nel 1993 la Fondazione Paideia, impegnata nel disagio infantile.

La famiglia torinese ha conferito un patrimonio iniziale di 300 milioni di vecchie lire e ogni anno si è impegnata a versare - attraverso la sua Ersel Sim - il 2% dell'imponibile. Paideia si è mossa come motore del no profit, selezionando sei proposte e finanziandole nella fase di start-up. Questi progetti hanno partner sia pubblici (come il Comune di Torino) che privati (tra cui Compagnia di San Paolo, Fondazione Crt). Le erogazioni ammontano a un milione l'anno.

"L'obiettivo di lungo periodo è che la fondazione diventi autonoma anche dal punto di vista finanziario - spiega Guido Giubergia, amministratore delegato di Ersel Finanziaria S.p.A. - Il processo è lungo. Nel caso di un maggiore impegno della fondazione potremmo valutare anche l'inserimento di strumenti etici nei nostri fondi di investimento".