Globersel US Equity Alliance Bernstein Classe A

Overview

Informazioni principali
Nome fondo
Globersel US Equity Alliance Bernstein Classe A
Categoria Assogestioni
Azionario America
Forma giuridica
Fondo comune di investimento di diritto lussemburghese a comparti multipli
Obiettivo di investimento
Obiettivo principale del comparto è l’apprezzamento del valore del capitale su un orizzonte temporale di lungo periodo (indicativamente superiore a 5 anni) con un livello di rischiosità elevato. La filosofia d’investimento è basata sulla centralità dell’analisi dei fondamentali, sia a livello settoriale e sia a livello di singole società.
Politica di investimento
Il comparto investe principalmente in azioni di società quotate negli Stati Uniti, con la possibilità, a titolo accessorio, di investire in obbligazioni di emittenti appartenenti all'OCSE. Gli investimenti sono effettuati in emittenti a vario grado di capitalizzazione e liquidità e sono diversificati in tutti i settori economici. Obiettivo principale del comparto è l'apprezzamento del valore del capitale su un orizzonte temporale di lungo periodo (indicativamente superiore a 5 anni) con un livello di rischiosità elevato. La filosofia di investimento è basata sulla centralità dell'analisi dei fondamentali, sia a livello settoriale sia a livello di singole società. La gestione del comparto è stata delegata ad Alliance Bernstein, società che vanta un track record eccellente e di lunga data sui mercati internazionali..
Livello di rischio
5 (da 1 a 7)
Data di avvio
20/08/2018
Valore quota al 2019.01.14
91,990
Valore patrimonio al 2019.01.14
42.177.926
Informazioni legali
Banca depositaria
Caceis Bank Luxembourg SA
Società di revisione
Ernst & Young SA
Come si può sottoscrivere
I comparti gestiti da Ersel Gestion Internationale S.A. sono distribuiti in Italia da Ersel Sim S.p.A. e da Online Sim S.p.A. La sottoscrizione di quote del comparto presso Ersel Sim S.p.A. può avvenire mediante l'apertura di un rapporto di gestione e/o di amministrazione.
Frequenza calcolo nav
Giornaliera
Pubblicazione quote
Il Sole 24 Ore
Fund ticker
Codice ISIN
LU1833099861
Commissioni
Commissioni di sottoscrizione
0
Commissioni di rimborso
0
Commissioni di gestione
Max 1,75% su base annua
Commissioni di incentivo
Massimo 20% calcolato e pagato annualmente sul rendimento in eccesso rispetto all’indice di riferimento MSCI USA.

Performance

Periodo Valore quota
liquiditaFondo
azioniBenchmark
2019.01.14 91,990 - -
2019.01.11 92,300 -0,33 % -0,45 %
1 mese 92,870 -0,94 % -2,02 %
3 mesi 95,790 -3,96 % -5,84 %
Inizio anno 88,950 3,41 % 2,83 %
Dalla nascita (2018.08.20)* 100,000 -8,01 % -9,97 %

 * Rendimento medio annuo composto.


Prima dell'adesione leggere il prospetto informativo.
Non c'e' garanzia di ottenere in seguito il medesimo rendimento. 



Andamento grafico



Gestione del fondo

Gestione delegata a: Alliance Bernstein
Data inizio gestione: 20/08/2018
UCITS: Si
Domicilio: Luxembourg - 17 rue Jean l’Aveugle, L-1148
Società di gestione: Ersel Gestion Internationale SA

 

Commento mensile del gestore

Image

Novembre 2018
Nel mese di novembre il mercato azionario italiano è stato ancora pesantemente influenzato dalle polemiche relative alla legge finanziaria ed alle discussioni con le autorità europee che hanno giudicato eccessiva la previsione di deficit al 2,4%.

Nel corso del mese si sono accentuati i timori di un rallentamento economico a livello globale che ha impattati i settori ciclici, in questo contesto sono stati puniti particolarmente i titoli che hanno riportato sotto le attese o hanno abbassato la guidance per l’ultimo trimestre o per il 2019. Si sono comportati invece meglio i difensivi e le utilities in particolare mentre i petroliferi sono stati influenzati negativamente dalla correzione del prezzo del petrolio.
A livello di titoli migliori del listino troviamo utilities come Enel, Terna e A2A, titoli difensivi come Campari oltre ad alcuni bancari che hanno recuperato dai minimi come Banco BPM e Banca Generali. Tra i peggiori invece ci sono i petroliferi come Saipem, Tenaris e Eni oltre a industriali come Prysmian, Leonardo e Cnh.
 

Strategie di portafoglio

Si conclude con novembre un mese molto volatile che quasi inaspettatamente si chiude con l'indice S&P500 positivo di 2% nel mese e oltre 5% nell'anno. Le elezioni di mid-term in linea con le aspettative e una FED con un atteggiamento più accomodante hanno contribuito a risollevare l'indice a dispetto delle continue tensioni commerciali fra US e Cina e di un calo del prezzo del greggio che invece hanno contribuito ai timori degli investitori. Il mondo obbligazionario governativo segna rendimenti positivi, guidati soprattutto dal restringimento del decennale che chiude appena sotto il 3%. Il comportamento delle commodities è stato particolarmente singolare, con il prezzo del petrolio che ha fatto registrare un calo del 22%, in linea con le altre materie prime energetiche, eccezion fatta per il rialzo del prezzo del gas del 41%. A livello di settori i migliori continuano ad essere quelli difensivi, in particolare farmaceutici (+7%) seguiti da immobiliare (+5%) e utility (+4%). Peggiori settori IT, puniti da un pesante movimento di mercato ed energetici (entrambi -2%), anche a causa del forte ribasso del prezzo del petrolio.
Il mercato azionario americano continua a privilegiare lo stile value, mentre perdono terreno in termini relativi i fattori momentum e media/piccola capitalizzazione, coerentemente con questa fase avanzata del ciclo economico.
In tale contesto Globersel US Equity segna una performance pari a +2,5%, superiore al proprio benchmark che sale dell'1,8%. All'interno del fondo danno un contributo positivo sia la scelta dei titoli sia l'allocazione settoriale, con sottopeso significativo di IT e sovrappeso di titoli legati alle comunicazioni. La quota di cassa ancora rilevante, invece, dà contributo negativo. Tra i maggiori contributori singoli, evidenziamo CB-Richard Ellis grazie ad una ottima trimestrale e aspettative per le prossime in netto miglioramento. Bene anche Eli Lilly, sia per il rinnovato interesse degli investitori nel settore, che per i temi aziendali che evidenziano un ottimo programma di lanci e profittabilità in salita. Nel portafoglio entra Keysight Tech, azienda produttrice di tecnologie per le telecomunicazioni, che potenzialmente trarrà beneficio dal lancio della nuova generazione cellulare 5G. In aumento la quota di Monster Beverages a fronte di una trimestrale solida che il mercato non ha apprezzato, nel timore di un passo indietro di Coca-Cola che distribuisce il marchio. Esce dal portafoglio Royal Caribbean Cruises a fronte di un incremento di capacità che porterà pressione sui prezzi e profittabilità nel breve e medio periodo.

Documenti

Report

Prospetto informativo

Relazioni semestrali

Rendiconti annuali