Globersel Global Equity Classe A - Walter Scott

Overview

Informazioni principali
Nome fondo
Globersel Global Equity Classe A - Walter Scott
Benchmark
95% Morgan Stanley World Developped Market Index USD convertito in euro; 5% Merrill Lynch Euro Government Bill Index
Categoria Assogestioni
Azionario Internazionale
Forma giuridica
Fondo comune di investimento di diritto lussemburghese a comparti multipli.
Politica di investimento
Il comparto investe principalmente in strumenti di natura azionaria denominati in euro, in dollari americani e nelle valute dell’area asiatica appartenenti alle aree geografiche dell’Unione Europea, del Nord America e del Pacifico. Gli investimenti sono effettuati in emittenti a vario grado di capitalizzazione e liquidità e sono diversificati in tutti i settori economici. Obiettivo principale del comparto è l’apprezzamento del valore del capitale su un orizzonte temporale di lungo periodo (indicativamente superiore a 5 anni) con un livello di rischiosità elevato. La filosofia d’investimento è basata sulla centralità dell’analisi dei fondamentali, sia a livello settoriale e sia a livello di singole società. Le decisioni vengono pertanto assunte a seguito di un’attività di ricerca basata sulle prospettive reddituali, il livello di valutazione, l’analisi dei flussi e il controllo del rischio. La gestione del comparto è stata delegata a Walter Scott Partners LTD, società di gestione scozzese che vanta un track record eccellente ed ultraventennale sui mercati azionari internazionali.
Per ulteriori informazioni consultare la sezione Documenti.
Livello di rischio
5 (da 1 a 7)
Data di avvio
19/05/1989
Valore quota al 2018.09.19
804,020
Valore patrimonio al 2018.09.19
138.782.062
Informazioni legali
Banca depositaria
Caceis Bank Luxembourg S.A.
Società di revisione
Ernst & Young S.A.
Come si può sottoscrivere
I comparti gestiti da Ersel Gestion Internationale S.A. sono distribuiti in Italia da Ersel Sim S.p.A. e da Online Sim S.p.A. La sottoscrizione di quote del comparto presso Ersel Sim S.p.A. può avvenire mediante l'apertura di un rapporto di gestione e/o di amministrazione
Frequenza calcolo nav
Giornaliera
Pubblicazione quote
Il Sole 24 Ore
Fund ticker
Codice ISIN
LU0012092564
Codice Bloomberg
GLBREQU LX
Commissioni
Commissioni di sottoscrizione
0
Commissioni di rimborso
0
Commissioni di gestione
1,75% su base annua
Commissioni di incentivo
tasso annuo del 18% applicato su base trimestrale sulla performance eccedente il benchmark

Performance

Periodo Valore quota
liquiditaFondo
azioniBenchmark
2018.09.19 804,020 - -
2018.09.18 801,840 0,27 % 0,48 %
1 mese 804,380 -0,04 % -0,39 %
3 mesi 780,930 2,95 % 2,09 %
Inizio anno 729,210 10,25 % 6,20 %
1 anno 692,140 16,16 % 11,36 %
3 anni* 589,930 10,85 % 8,72 %
5 anni* 486,680 10,56 % 9,46 %
10 anni* 364,130 8,24 % 6,30 %
Dalla nascita (1989.05.25)* 100,000 7,36 % -

* Rendimento medio annuo composto.  



Andamento grafico



Tabella riepilogativa

1 anno 3 anni 5 anni 10 anni
Fondo 16,16 % 36,29 % 65,20 % 120,80 %
Benchmark 11,36 % 28,56 % 57,16 % 84,25 %
1 anno 3 anni 5 anni 10 anni
Fondo 16,16 % 10,85 % 10,56 % 8,24 %
Benchmark 11,36 % 8,72 % 9,46 % 6,30 %
2015 2016 2017 2018
Fondo 9,96 % 6,98 % 8,20 % 10,25 %
Benchmark 7,99 % 8,06 % 5,21 % 6,20 %
1 anno 3 anni* 5 anni* 10 anni*
Fondo 7,38% 7,38% 7,38% 7,38%
Benchmark 7,38% 7,38% 7,38% 7,38%


Grafico annuale

Rating

morningstar
rating
rating
rating
rating
rating

Gestione del fondo

Gestione delegata a: Walter Scott & Partners Ltd
Data inizio gestione: 13/09/2004
UCITS: Si
Domicilio: Luxembourg - 17 rue Jean l’Aveugle, L-1148
Società di gestione: Ersel Gestion Internationale SA

 

Commento mensile del gestore

Image

Luglio 2018
Nell’ultimo mese il mercato azionario italiano si è mosso nella parte bassa del trading range da tempo individuato e, complice la mancanza di novità politiche di rilievo per la pausa estiva, fatica a trovare una chiara strada per la risalita.

Le quotidiane dichiarazioni di Trump sul fronte dei dazi e la difficoltà politica della Germania amplificano le incertezze e spingono ad avere un atteggiamento particolarmente prudente. Forse la stagione dei risultati potrebbe contribuire a chiarire meglio se i multipli apparentemente bassi ai quali tratta il mercato domestico, siano giustificati dai timori di crescita per l’anno in corso, oppure se si tratta di una interessante opportunità per incrementare l’esposizione.
Non stupisce quindi di trovare soprattutto i difensivi tra i titoli migliori del listino, tra i quali spicca Campari, Terna, Snam, mentre Saipem ha recuperato una parte della sottoperformance accumulata nell’ultimo periodo. Tra i titoli peggiori invece troviamo soprattutto situazioni specifiche quali la Telecom, dove aumenta l’incertezza sulla futura strategia industriale, e soprattutto Recordati che paga l’OPA lanciata ad un prezzo non particolarmente vantaggioso.
Fra i titoli a minore capitalizzazione continuiamo a concentrarci su quelli che presentano valutazioni interessanti e buone prospettive di crescita in un orizzonte di medio periodo.


Continua »

Strategie di portafoglio

La seconda metà dell'anno inizia con il piede giusto e i principali indici azionari salgono, spinti dalla reporting season, da dati macro buoni e da segnali di disgelo sul tema delle tariffe. L'indice di riferimento sale del 2,7% in EUR; il rimbalzo è guidato dagli Stati Uniti dove l'economia cresce del 4% annualizzato e dove lo S&P500 segna un rialzo del 3,6%. Nel vecchio continente la maglia rosa spetta all'indice elvetico (+6,5%), ma anche l'area euro registra ottimi risultati, dove spiccano la borsa tedesca e quella olandese, con progressioni di oltre il 4%. Gli emergenti invece non mostrano di essere apprezzati dagli investitori globali, ad eccezione dei listini latino americani, dove Messico (+4,3%) e soprattutto Brasile (+8,9%) fanno faville.
Mese difficile per le commodity, negative quelle energetiche e i metalli preziosi e industriali, leggermente positive solo quelle agricole.
A livello settoriale, balzo del farmaceutico (+6%), cui segue il rimbalzo dei finanziari (+4%), complice la risalita del decennale americano verso la soglia psicologica del 3%. Bene anche gli industriali.
Il contesto fa prevalere lo stile value rispetto a quello growth, coerente con la forte progressione del GDP americano e le large cap rispetto alle mid/small, indicatore di un ciclo economico in fase ormai avanzata.
Nel corso del mese il fondo segna una performance pari a 3,1%, superiore al proprio benchmark.
Su base geografica, bene il contributo dei titoli americani, svizzeri e UK, male invece il contributo da Cina (CNOOC) e Spagna (Inditex). Settorialmente non ci sono contributi di allocazione apprezzabili.
Passando all'esame dei singoli titoli, è significativa la contribuzione positiva di Fastenal, TSMC e Shin-Etsu, tutti per reazioni positive al reporting; negativi invece Keyence, Nike e Inditex, che soffrono per prese di beneficio.

Documenti

Report

Prospetto informativo

Relazioni semestrali

Rendiconti annuali

Articoli e News correlati