Leadersel Event Driven Classe B

Overview

Informazioni principali
Nome fondo
Leadersel Event Driven Classe B
Benchmark
In relazione alle finalità del fondo non è possibile individuare un benchmark rappresentativo della politica di investimento..
Categoria Assogestioni
Flessibile
Forma giuridica
Fondo comune di investimento di diritto lussemburghese a comparti multipli specializzato nell’investimento in quote di OICR..
Politica di investimento
Leadersel Event Driven ha l'obiettivo di produrre ritorni assoluti positivi con volatilità moderata e bassa correlazione con il mercato. Utilizza una combinazione di strategie di tipo event driven con focus sul merger arbitrage, il relative value ed in misura minore riconducibili a special situation in ambito azionario od obbligazionario. Con il merger arbitrage il fondo cerca di sfruttare le inefficienze del mercato in occasione di particolari eventi societari, quali ad esempio acquisizioni, recessi, ricapitalizzazioni, scissioni, ristrutturazioni del capitale, conversioni. L'attività di relative value si concentra prevalentemente sulla ricerca di opportunità nell’ambito delle diverse categorie di titoli emessi dallo stesso emittente, tra titoli dello stesso gruppo societario e tra titoli dello stesso settore, sganciandosi dall' andamento generale del mercato. Per ulteriori informazioni consultare la sezione Documenti..
Livello di rischio
3 (da 1 a 7)
Data di avvio
05/06/2016
Valore quota al 2018.11.13
103,720
Valore patrimonio al 2018.11.13
89.506.859
Informazioni legali
Banca depositaria
Caceis Bank Luxembourg SA
Società di revisione
Ernst &Young S.A.
Come si può sottoscrivere
I comparti gestiti da Ersel Gestion Internationale S.A. sono distribuiti in Italia da Ersel Sim S.p.A. e da Online Sim S.p.A. La sottoscrizione di quote del comparto presso Ersel Sim S.p.A. può avvenire mediante l'apertura di un rapporto di gestione e/o di amministrazione..
Frequenza calcolo nav
Giornaliera
Pubblicazione quote
Il Sole 24 Ore
Fund ticker
Codice ISIN
LU1323913191
Codice Bloomberg
LEAEVDR LX
Commissioni
Commissioni di sottoscrizione
0
Commissioni di rimborso
0
Commissioni di gestione
1,5% su base annua
Commissioni di incentivo
Max 20% sull'incremento del valore netto della quota durante il periodo di performance. Questa commissione sarà calcolata qualora il valore netto della quota superi il valore netto di fine mese più elevato raggiunto precedentemente (High Watermark)..

Performance

Periodo Valore quota
liquiditaFondo
azioniBenchmark
2018.11.13 103,720 - -
2018.11.12 103,800 -0,07 % -
1 mese 103,240 0,46 % -
3 mesi 104,430 -0,67 % -
Inizio anno 104,160 -0,42 % -
1 anno 103,290 0,41 % -
Dalla nascita (2016.05.06)* 100,000 1,45 % -

* Rendimento medio annuo composto.  


Prima dell'adesione leggere il prospetto informativo.
Non c'e' garanzia di ottenere in seguito il medesimo rendimento. 



Andamento grafico



Tabella riepilogativa

1 anno 3 anni 5 anni 10 anni
Fondo 0,41 % - - -
Benchmark - - - -
1 anno 3 anni 5 anni 10 anni
Fondo 0,41 % - - -
Benchmark - - - -
2017 2018
Fondo 3,62 % -0,42 %
Benchmark - -
1 anno 3 anni* 5 anni* 10 anni*
Fondo 7,38% 7,38% 7,38% 7,38%
Benchmark 7,38% 7,38% 7,38% 7,38%


Grafico annuale

Gestione del fondo

Gestione affidata a: Giorgio Nicola, Riccardo Costa, Alessandro Moretti
Data inizio gestione: 06/05/2016
UCITS:  
Domicilio: Luxembourg - 17 rue Jean l’Aveugle, L-1148
Società di gestione: Ersel Gestion Internationale SA

 

Commento mensile del gestore

Image

Ottobre 2018
Nel corso del mese si è assistito ad un secondo episodio di forte volatilità e correzione dei mercati finanziari, con l’S&P che ha perso quasi il 6%, le borse europee il 7% e, complice la tensione tra la Commissione Europea ed il governo italiano, il FTSEMIB circa il 12%.

Le cause della correzione non sono facilmente individuabili: il rialzo dei tassi, timori di pressioni sui margini delle aziende indotti da inflazione da costi, le tensioni Us-Cina e quelle tra Italia ed EU sono stati indicati come i catalizzatori del movimento al ribasso.

I tassi dei titoli governativi sono saliti negli Stati Uniti e marginalmente scesi invece in Germania. Il decennale americano ha raggiunto il 3,20% mentre quello tedesco è rimasto intorno allo 0,45%.

Gli spread dei paesi della cd. periferia europea sono tornati sotto pressione per effetto dell’andamento del Btp, colpendo anche la Spagna, il Portogallo e, in misura minore, la Francia. Il rendimento del BTP è salito di quasi 70bps, la Spagna ha allargato di 20bps con correlazioni in aumento a spread via via più alti.

Complice la volatilità dei mercati azionari, le obbligazioni corporate sia americane (CDS investment grade +6 bps, high yield +54 bps) sia europee (CDS IG +5 bps, HY +28bps) hanno vissuto un mese negativo.
Analogo movimento ha riguardato le obbligazioni dei paesi emergenti in valuta forte con spread passati da 370 a 380 bps mentre la maggior stabilità delle divise dei paesi in oggetto ha consentito al debito in valuta locale di registrare un andamento positivo.

Nonostante lo stimolo cinese attuato su più fronti, le materie prime industriali, alluminio e rame, hanno perso il 3,4% e l’1,7% rispettivamente. Risalgono invece oro e argento dell’1,8% dopo un anno decisamente negativo. Previsioni di bassa supply hanno invece spinto più in alto di quasi il 30% il prezzo dello zucchero, in precedenza tenuto basso dalla persistente bassa domanda.

In ambito valutario, l’Euro perde il 2.4% contro il Dollaro, mentre sono piuttosto stabili in generale le valute emergenti.
 

 

Strategie di portafoglio

 

Fra le operazioni di arbitraggio, si segnalano i contributi positivi delle posizioni in Nex Group, grazie all’approvazione dell’antitrust britannica all’acquisizione da parte di CME e di Capio, società svedese di cliniche ospedaliere, cha ha ben recepito la nuova offerta da parte della francese Ramsey GS, dopo aver rifiutato una prima proposta significativamente più bassa. Negli Stati Uniti, importante è stato il movimento di Computer Associates, grazie ai progressi ottenuti nei diversi iter autorizzativi dell’acquisizione da parte di Broadcom. In negativo, le posizioni in EDP, la principale utility portoghese, e in Rockwell Collins, acquistata da United Technologies, sono state invece penalizzate per la mancanza di sviluppi concreti nell’offerta di China Three Gorges nel primo caso, e per i ritardi nell’approvazione da parte delle autorità di Pechino nel secondo.In special situations, i movimenti più significativi sono stati quelli del Legacy Tier 1 di Nordea, richiamato dall’emittente, e di Ansaldo STS, grazie alla vendita della quota di Elliott ad Hitachi e al successivo lancio di un’offerta pubblica di acquisto finalizzata al delisting. Questi due contributi positivi sono però stati vanificati dalla debolezza del resto del portafoglio, soprattutto nelle sue componenti domestiche, ad esempio Unicredit, o più cicliche, come FCA.In relative value, degni di nota sono stati gli allargamenti degli sconti holding di Unipol, di Autostrade Torino Milano e di Bouygues, controbilanciati dal solo contributo positivo da parte del dual listing di Royal Dutch Shell.In termini di asset allocation ed esposizione complessiva, il minor peso del portafoglio di risk arbitrage, motivato dalla conclusione dell’offerta su MAN da parte di Volkswagen, ha comportato la riduzione della leva finanziaria di circa 8 punti percentuali. Il peso di relative value e special situation sul patrimonio del fondo è invece rimasto praticamente invariato rispetto ai mesi precedenti.

 

Documenti

Report

Prospetto informativo

Relazioni semestrali

Rendiconti annuali

Articoli e News correlati