Leadersel Event Driven Classe B

Overview

Informazioni principali
Nome fondo
Leadersel Event Driven Classe B
Benchmark
In relazione alle finalità del fondo non è possibile individuare un benchmark rappresentativo della politica di investimento..
Categoria Assogestioni
Flessibile
Forma giuridica
Fondo comune di investimento di diritto lussemburghese a comparti multipli specializzato nell’investimento in quote di OICR..
Politica di investimento
Leadersel Event Driven ha l'obiettivo di produrre ritorni assoluti positivi con volatilità moderata e bassa correlazione con il mercato. Utilizza una combinazione di strategie di tipo event driven con focus sul merger arbitrage, il relative value ed in misura minore riconducibili a special situation in ambito azionario od obbligazionario. Con il merger arbitrage il fondo cerca di sfruttare le inefficienze del mercato in occasione di particolari eventi societari, quali ad esempio acquisizioni, recessi, ricapitalizzazioni, scissioni, ristrutturazioni del capitale, conversioni. L'attività di relative value si concentra prevalentemente sulla ricerca di opportunità nell’ambito delle diverse categorie di titoli emessi dallo stesso emittente, tra titoli dello stesso gruppo societario e tra titoli dello stesso settore, sganciandosi dall' andamento generale del mercato. Per ulteriori informazioni consultare la sezione Documenti..
Livello di rischio
3 (da 1 a 7)
Data di avvio
05/06/2016
Valore quota al 2019.01.14
103,670
Valore patrimonio al 2019.01.14
90.530.981
Informazioni legali
Banca depositaria
Caceis Bank Luxembourg SA
Società di revisione
Ernst &Young S.A.
Come si può sottoscrivere
I comparti gestiti da Ersel Gestion Internationale S.A. sono distribuiti in Italia da Ersel Sim S.p.A. e da Online Sim S.p.A. La sottoscrizione di quote del comparto presso Ersel Sim S.p.A. può avvenire mediante l'apertura di un rapporto di gestione e/o di amministrazione..
Frequenza calcolo nav
Giornaliera
Pubblicazione quote
Il Sole 24 Ore
Fund ticker
Codice ISIN
LU1323913191
Codice Bloomberg
LEAEVDR LX
Commissioni
Commissioni di sottoscrizione
0
Commissioni di rimborso
0
Commissioni di gestione
1,5% su base annua
Commissioni di incentivo
Max 20% sull'incremento del valore netto della quota durante il periodo di performance. Questa commissione sarà calcolata qualora il valore netto della quota superi il valore netto di fine mese più elevato raggiunto precedentemente (High Watermark)..

Performance

Periodo Valore quota
liquiditaFondo
azioniBenchmark
2019.01.14 103,670 - -
2019.01.11 103,720 -0,04 % -
1 mese 103,120 0,53 % -
3 mesi 103,240 0,41 % -
Inizio anno 102,830 0,81 % -
1 anno 104,740 -1,02 % -
Dalla nascita (2016.05.06)* 100,000 1,34 % -

* Rendimento medio annuo composto.  


Prima dell'adesione leggere il prospetto informativo.
Non c'e' garanzia di ottenere in seguito il medesimo rendimento. 



Andamento grafico



Tabella riepilogativa

1 anno 3 anni 5 anni 10 anni
Fondo -1,02 % - - -
Benchmark - - - -
1 anno 3 anni 5 anni 10 anni
Fondo -1,02 % - - -
Benchmark - - - -
2017 2018 2019
Fondo 3,62 % -1,27 % 0,81 %
Benchmark - - -
1 anno 3 anni* 5 anni* 10 anni*
Fondo 7,38% 7,38% 7,38% 7,38%
Benchmark 7,38% 7,38% 7,38% 7,38%


Grafico annuale

Gestione del fondo

Gestione affidata a: Giorgio Nicola, Riccardo Costa, Alessandro Moretti
Data inizio gestione: 06/05/2016
UCITS:  
Domicilio: Luxembourg - 17 rue Jean l’Aveugle, L-1148
Società di gestione: Ersel Gestion Internationale SA

 

Commento mensile del gestore

Image

Novembre 2018
Nel mese di novembre i mercati azionari hanno vissuto una fase interlocutoria, con performance generalmente negative da fine ottobre nonostante la volatilità in lieve riduzione.

 

In questo contesto l’S&P 500 e l’Euro Stoxx 50 hanno perso poco circa l’1%. Particolarmente negativo il mercato azionario messicano (-10%) a causa del clima meno “business friendly”, rispetto alle attese, del neo-presidente Andrés Manuel López Obrador.

I tassi dei titoli governativi sono scesi insieme alle aspettative di inflazione. La discesa del prezzo del petrolio e la FED apparentemente più cauta sono stati i principali fattori alla base della discesa di circa 10bps per il decennale americano e di 5bps per quello tedesco.

Gli spread dei paesi “periferici” europei hanno continuato a salire, ad eccezione dell’Italia il cui spread si è ridotto di circa 10bps. La Spagna ed il Portogallo hanno infatti allargato di 5bps, la Francia di 2bps.

Continua il repricing delle obbligazioni societarie con spread in rialzo sia in America (CDS investment grade +10 bps, high yield +33 bps) sia in Europa (CDS IG +6 bps, HY +40bps).

Analogo movimento ha riguardato le obbligazioni dei paesi emergenti in valuta forte con spread passati da 390 a 430 bps mentre anche questo mese la maggior stabilità delle divise dei paesi in oggetto ha consentito al debito in valuta locale di registrare un andamento leggermente positivo.

Per quanto riguarda le materie prime spicca il crollo del prezzo del petrolio dopo un lungo periodo di prezzi in risalita. Alla base dell’andamento avverso il già citato esito meno restrittivo delle attese riguardo l’embargo imposto all’Iran otre che le attese di rallentamento dell’economia mondiale.

Tra le materie prime industriali, dopo la discesa dei prezzi dello scorso mese di alluminio e rame, si è assistito a una forte correzione del prezzo dell’acciaio come conseguenza di una minore domanda.

In ambito valutario, l’Euro è sostanzialmente invariato contro il Dollaro, con quest’ultimo che si è invece rafforzato contro lo Yen. Tra le valute emergenti il Real brasiliano perde il 4%.

 

Strategie di portafoglio

 In novembre Leadersel Event Driven ha generato un rendimento pari a -0.61%, in un mese in cui tutti e tre i portafogli del fondo hanno contribuito negativamente alla performance. Il contesto operativo è stato reso particolarmente complicato da fattori di natura geopolitica quali le schermaglie tra Stati Uniti e Cina, il duro confronto tra il governo italiano e la commissione europea e l’approssimarsi della fase cruciale della Brexit, momento nel quale verrà deciso il sistema di relazioni che governerà i rapporti tra Londra e il resto d’Europa negli anni a venire. Ad appesantire ulteriormente la situazione sono poi intervenute le preoccupazioni sullo stato dell’economia americana nella sua fase di fine ciclo, in presenza di un'azione della Fed improntata al rialzo dei tassi di interesse.
Analizzando nel dettaglio le principali determinanti dell’andamento del fondo, in risk-arbitrage, a fronte del buon contributo della parte americana grazie alla chiusura dell’operazione su Rockwell Collins e all’approvazione da parte delle autorità cinesi dell’acquisizione di alcuni asset di FOX da parte di Disney, si è però registrato il fallimento delle trattative riguardanti l’offerta per INTU, operatore di centri commerciali in Gran Bretagna, per le difficoltà sorte dopo la presentazione del piano Brexit da parte del governo May. Il difficile contesto di mercato ha poi oltremodo penalizzato Uniper, utility tedesca, senza che siano mutati i presupposti per un futuro domination agreement da parte della finlandese Fortum.
In relative value le posizioni che maggiormente hanno impattato il fondo sono stati gli spread Royal Dutch e Unilever, che hanno sofferto la debolezza della sterlina, e in generale gli sconti holding, più vulnerabili nelle fasi di avversione al rischio, mentre in special situations particolarmente pesanti sono stati i contributi di Smurfit Kappa, con l’erosione del premio che le era stato attribuito dall’approccio di International Paper la scorsa primavera, e di CGG, dopo la presentazione di risultati che hanno costretto gli analisti a rivedere il profilo di crescita del business.
In termini di asset allocation ed esposizione complessiva si registra l’ulteriore riduzione della leva finanziaria per la conclusione delle operazioni su Ansaldo STS e su Rockwell Collins. Pur in presenza di un universo investibile numericamente più che accettabile, le diverse operazioni sono caratterizzate da spread di arbitraggio che non sempre riflettono correttamente i rischi derivanti da un contesto generale di mercato in progressivo deterioramento.

 

Documenti

Report

Prospetto informativo

Relazioni semestrali

Rendiconti annuali

Articoli e News correlati