Trentenni ad alta resa

Intervista ad Andrea Nascè, Direttore Investimenti Multimanager Ersel

Milano Finanza- Pag. 20/21 28-giu-2014

Nell'estate del 1984 nascevano i primi fondi comuni italiani. I pionieri ancora in attività registrano performance medie annue fino all'8%.

Image Trentenni ad alta resa

Trenta candeline per Fondersel di Ersel Asset Management SGR, che ha debuttato il 27 agosto 1984.

Il rendimento di questo comparto bilanciato, dalla sua nascita a oggi, è pari al 939% e corrisponde a un tasso medio annuo dell'8,17%. "Negli anni iniziali della vita del fondo prevaleva nettamente un'allocazione domestica del portafoglio, con azioni italiane e titoli di Stato in lire. Il momento di grande fermento sui mercati internazionali e l'interesse forte intorno a Piazza Affari proprio dall'emergere dei nuovi soggetti istituzionali di investimento aveva creato condizioni decisamente favorevoli all'incremento delle quotazioni, culminate in irripetibili performance superiori al 200% in soli due anni", ricorda Andrea Nascè, direttore investimenti multimanager di Ersel. Con il passare del tempo, negli anni 90, l'impostazione del portafoglio si è aperta. "In ambito azionario, dopo il 2000 abbiamo superato il carattere domestico della distribuzione geografica. Il nuovo assetto del fond oha una notevole diversificazione degli attivi, sui mercati azionari sviluppati ed emergenti, sui mercati obbligazionari europei e internazionali, sulle valute e sugli strumenti finanziari collegati agli attivi reali", spiega Nascè. Che tra i mercati azionari preferiti ora cita l'Italia, "che dopo decenni di scarso interesse si pone oggi come opportunità nuovamente ricca di contenuti".