C'era una svolta in Europa

Intervista ad Alberto Cattaneo, portfolio manager di Ersel

Il Mondo, pag. 53/54 25-ott-2013

Dopo cinque anni di incertezze il Vecchio continente torna a richiamare l'attenzione

Secondo Alberto Cattaneo, portfolio manager di Ersel

"l'economia europea beneficia ora in primo luogo dell'attenuarsi di un fattore negativo, quale l'austerità fiscale ancora in vigore, ma che non sarà necessario reiterare alla luce degli aggiustamenti nei bilanci. In secondo luogo la recessione e le riforme strutturali varate da alcuni governi hanno determinato un miglioramento della competitività con riflessi positivi sulle esportazioni. L'area euro è ora una "grossa Germania" che fa delle esportazioni uno dei fattori di crescita".

"Nell'obbligazionario prediligiamo una bassa duration", conclude Cattaneo.

"Opportunità sono ancora presenti nelle emissioni governative e corporate periferiche e in alcune subordinate sia aziendali sia finanziarie. In ogni caso, l'azionario presenta ancora un buon potenziale di apprezamento e quindi lo preferiamo ai bond. Siamo positivi in particolare sui comparti più esposti all'economia domestica europea".