Fondi, l'esodo rallenta

Il Sole 24ORE - pag. 27 6-feb-2009

(...) Il fatto che i prodotti obbligazionari e quelli di liquidità pesino ancora per il 39 e per il 21,5% sul totale delle masse riflette chiaramente l'avversione al rischio dei sottoscrittori.

"Questa avversione - spiega Andrea Nascè, direttore investimenti di Ersel - poteva essere giustificata in passato, ma oggi credo ci siano delle grandi opportunità che potranno essere colte solo da chi fa gestione attiva e sa selezionare all'interno dei vari settori le società con maggiori potenzialità nel lungo periodo. Penso che in quest'ottica i fondi, e soprattutto gli hedge, possano tornare a essere gli strumenti vincenti perché permettono al sottoscrittore di operare delle scelte diversificate che da solo non potrebbe mai compiere" (...)