La strategia dei piccoli passi

Il Mondo - pag. 123 27-apr-2007

Hedge in un anno la crescita è stata del 60% con 27 miliardi di masse gestite in 215 prodotti

Azzeccare operazioni strategiche è determinante per il successo degli hedge funds, la cui missione è quella di guadagnare, tenendo sotto controllo il rischio.

Tant'è che, a parte qualche eccezione, i fondi alternativi italiani, di solito marciano a piccoli passi. I migliori, però, si riscattano nel lungo periodo. Al 28 febbraio 2007, su un orizzonte a 48 mesi, i primi della classe hanno offerto performance anche oltre il 40%, come Ersel multistrategy high che ha guadagnato il 41.01%.

Telecom, Alitalia, Enel, sono alcune delle operazioni finanziarie su cui puntano i gestori di hedge funds focalizzati nell'event driven, la strategia che trae vantaggio dal m&a e in generale da manovre di finanza straordinaria che, nel 2007, si stimano ancora numerose.

"Si tratta di tre operazioni molto importanti che possono offrire opportunità di guadagno se utilmente inquadrate e gestite" spiega Andrea Nascè, direttore investimenti di Ersel. "Nel caso di Telecom, per esempio, in questo momento, appare interessante il livello di sconto raggiunto dalle azioni di risparmio. Il team del nostro Hedgersel segue ogni giorno l'evoluzione della situazione delle forze in gioco alla ricerca di situazioni convenienti". Questo fondo gestisce 250 milioni e altri 1.350 milioni sono investiti attraverso gli otto fondi di fondi denominati Ersel Multistrategy Low, Medium e High, Ersel Hedge Ilex, Robur, Larix, Acer e Celtis.