Il vantaggio di essere indipendenti

Italia Oggi Sette - pag. 27 19-giu-2006

Il piatto forte sono i servizi di consulenza finanziaria

Tra grandi banche generaliste e noti blasoni esteri, soprattutto svizzeri, approdati in Italia in concomitanza dei due scudi fiscali, nell'arena del private banking si sta progressivamente facendo strada un terzo gruppo di società, estremamente agguerrite.

E' formato da numerose piccole boutique finanziarie, italiane ed estere, nate per iniziativa di gestori e banchieri che si sono messi in proprio facendo leva sulle rispettive e comprovate capacità di far fruttare le fortune dei loro assistiti. Tra i punti di forza di queste piccole società spicca prima di tutto la totale assenza di conflitti di interesse. La loro redditività non dipende infatti dalla vendita indiscriminata di propri prodotti finanziari, magari a discapito della qualità. Quello che viene invece proposto, e che rappresenta la loro vera connotazione distintiva, sono infatti i servizi di consulenza finanziaria. In altre parole, i banchieri indipendenti interpretano le esigenze di ogni singolo cliente, traducendole in portafogli strutturati ad hoc.

(...) Le più note (...) sono Ersel e Kairos. La prima, torinese, fa capo alla famiglia Giubergia ed è stata fondata da Renzo Giubergia, tra i più noti agenti di cambio di qualche decennio fa.