Gestioni trasparenti, ecco chi le propone

Finance OnLine News - 21-feb-2002

Prima di accettare una proposta per la gestione del proprio patrimonio, è sempre bene accertarsi se chi vende aderisce o meno a qualche standard di trasparenza.

Assogestioni per esempio, ha proposto un protocollo particolare al quale hanno aderito varie sgr quali Ersel, Gestielle, Romagest, Leonardo, Pioneer, Arca, Generali, Nextam partners, Anima, Mps, Gestiras e Bnl.
Non hanno aderito per ora altri operatori, fra cui i colossi Sanpaolo-Imi, Intesa e Fideuram.
Si tratta di un complesso di regole di corporate governance volte a salvaguardare l'indipendenza delle sgr, nei confronti delle società controllanti. Il protocollo riguarda l'investimento in strumenti finanziari di società del gruppo, le attribuzioni degli amministratori indipendenti e il divieto di cumulo di funzioni.
Un'altra importante iniziativa degli emittenti per rendere più trasparenti i rapporti con i risparmiatori riguarda l'adozione degli standard gips: si tratta di regole internazionali per il calcolo e la presentazione delle performance, elaborate da analisti europei, che rendono trasparenti e veritieri i risultati di gestione delle varie società. E soprattutto li rendono confrontabili.