Franco Guerzoni - La parete dimenticata

Dal 5 al 25 novembre 2013
Spazio Espositivo Ersel
Torino, Piazza Solferino 11
in collaborazione con la galleria Eventinove Eartecontemporanea.

Image Franco Guerzoni - La parete dimenticata

La mostra presenta una selezione di opere provenienti dall'esposizione fiorentina a Palazzo Pitti, a cura di Pier Giovanni Castagnoli e Fabrizio D'Amico.

L'esposizione contrappone ai dipinti degli anni più recenti una selezione di opere storiche risalenti agli anni Settanta, quando Guerzoni ricorreva ancora all'utilizzo della fotografia. La mostra presenta, inoltre, due lavori eseguiti per l'occasione e ispirati agli spazi espositivi del museo fiorentino: un grande “Strappo d'affresco” che rimanda alla sottostante parete, arricchito da un pendolo che ne tiene in movimento l'immagine, e un gruppo di piccole grotte intitolate “Museo ideale”, dove l'uso della carta diventa scultura. Come scrive Pier Giovanni Castagnoli nel volume edito da Skira che accompagna l'esposizione fiorentina: ”La mostra evidenzia ed esalta (...) il nocciolo fondante e (...) resistente della visione dell'autore e la sua singolarità: l'arte come restituzione di memoria, che produce e avvalora il presente, e l'esercizio della pittura come scavo e rivelazione del corpo attivo della superficie, nella sua inesauribile facoltà generativa”.

La mostra sarà aperta al pubblico dal 5 al 29 novembre, dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle 18.30.

Franco Guerzoni

È nato nel 1948 a Modena, dove vive e lavora, fin dai primi anni '70 si dedica, nel clima del concettualismo allora imperante, alla ricerca dei sistemi di rappresentazione dell’immagine attraverso l’uso del mezzo fotografico e, fin da allora presta grande attenzione al mondo archeologico. Risale ai primi anni '80 la svolta artistica che lo vede impegnato nella realizzazione di grandi carte parietali gessose. Alla fine degli anni '80 Guerzoni approda a una ricerca sulla superficie intesa come profondità, che dà luogo a grandi cicli di opere quali "Decorazioni e rovine", presentato alla Biennale di Venezia del '90, e "Restauri provvisori", in mostra alla Galleria Comunale d’Arte Moderna di Bologna. Nel 2006 dieci opere di Guerzoni, presentate da P. G. Castagnoli, vengono acquisite dalla GAM di Torino.